Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Potrebbe partire, tra il 25 e il 26 settembre, il bando che metterà in vendita circa 120 concessioni per il gioco online. La pubblicazione della gara dovrebbe fare da preludio all'arrivo ufficiale della liquidità condivisa.

 

Secondo alcune autorevoli voci, potrebbe arrivare presto il lancio del nuovo bando che metterà all’asta circa 120 concessioni, per il gioco online, dal costo di 200 mila euro ognuna. L'operazione, che dovrebbe portare nelle casse dell'erario fino a 24 milioni di euro, rappresenterebbe un ulteriore passo verso la liquidità internazionale con Spagna, Francia e Portogallo.

Almeno questo è quello che tutti si aspettano da un intervento che in realtà difficilmente porterà cosi tanti soldi allo stato.

Per Agimeg infatti la vendita, che dovrebbe svolgersi tra il 25 ed il 26 settembre, non porterà più di una sessantina di nuovi operatori. Intanto la pubblicazione del bando sarà l’occasione per assistere finalmente all’arrivo, sul mercato online italiano, di nuovi ed importanti marchi che vorranno investire proprio per poi sfruttare la tanto agognata liquidità condivisa.

Del resto era già stato annunciato dai Monopoli di Stato, attraverso le parole del Direttore Ufficio Online Daria Petralia, che prima di dare il via agli accordi del 6 luglio ci sarebbe stata la vendita delle nuove licenze: "Il nuovo bando darà le stesse opportunità a tutti quegli operatori che non sono al momento presenti sul mercato!"

E così, una volta arrivata la conferma, si aspetta l'ingresso in Italia di altri colossi dell'online. Tra i probabili operatori interessati al mercato italiano con liquidità internazionale dovrebbero esserci anche Winamax, poker room francese che si è già mossa in Spagna e Portogallo, e 888Poker, che era in attesa proprio dell'apertura dei confini nazionali.