Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Si è chiuso così come era cominciato il 2017 del poker cash game online italiano. I numeri di dicembre hanno confermato le difficoltà di una modalità di gioco oramai in disarmo. Meglio i tornei...

 

Tempo di bilanci per il poker online made in Italy. Chiude in negativo il cash game, dicembre ha infatti evidenziato un calo del 7,4% in virtù di una spesa da appena 6 milioni di euro. In tutto, nel 2017, il dato si è attestato a 69,7 milioni di euro (-2%) con PokerStars che grazie al 44,8% del totale resta leader in classifica per spesa mentre dicembre chiude al 43,5%.

Salgono sul podio del 2017 anche Lottomatica (7,3%) e Sisal Poker (5,7%). A dicembre invece Lottomatica conferma la seconda posizione (7,8%) seguita da Sks365 (7% - marchio di punta Planetwin365), mentre Sisal è al 6,4%. Snaitech chiude l'ultimo mese con il 5,1% della spesa totale, il 4,8% nell’intero anno, buona performance anche di Betaland con una spesa mensile del 3%.

E passiamo alla modalità torneo che, come si legge su Agimeg, ha chiuso dicembre con una spesa pari a 7,1 milioni di euro (-0,7%), mentre nei 12 mesi è cresciuta del 19,5% fino a 83,1 milioni di euro.

Anche qui è Pokerstars a chiudere in vetta il 2017 con il 68,6% del totale tra gennaio e dicembre. Ovviamente primato confermato pure a dicembre con il 66,6% della spesa. Il podio nell'ultimo mese è completato da Snaitech (5,7%) e Sisal (5,6%), con Lottomatica che segue al 5,3%. Nei dodici mesi invece Sisal (5,4%) precede al secondo posto in classifica Lottomatica (5,3%) e Snaitech (5%).

Spesa per il poker online nel 2017
Spesa per il poker online nel 2017


Questa la tabelle con la classifica, per tutto l’anno solare, del poker cash game:

Pokerstars - 44,8%
Lottomatica - 7,3%
Sisal - 5,7%
Snaitech - 4,8%
Bwin - 4,0%
SKS365 - 3,9%
Eurobet - 3,2%
Admiral - 2,7%
Betaland - 2,6%
Stanleybet - 2,5%
Goldbet - 1,4%
Gioca Live - 1,4%
Paddy Power Betfair - 1,0%
Bet365 - 0,9%