Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Secondo alcune 'voci di corridoio' potrebbe essere maggio il mese giusto per il lancio della liquidità condivisa in Italia. Intanto crescono i numeri del nuovo mercato franco-spagnolo.

 

Come aveva già anticipato Pier Paolo Baretta, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Economia e delle Finanze con delega ai giochi, l'Italia continua a lavorare per rispettare nel minor tempo possibile gli accordi firmati il 6 luglio. Sembra infatti che le verifiche richieste, per poter dare il via libera alla liquidità condivisa nel poker online, stiano proseguendo nonostante le difficoltà dovute alle nuove elezioni previste per il mese di marzo.

E' probabile quindi, come riportato da alcune 'voci di corridoio', che entro le fine di maggio o l'inizio di giugno arrivi il via libera per la partecipazione dei giocatori italiani almeno ai tornei ed ai sit'n'go del nuovo mercato. Per il cash game invece si dovrà aspettare ancora del tempo, visto le ulteriori problematiche da affrontare.

Poco male comunque dato che la maggior parte dei player italiani è interessata proprio agli MTT ed ai sit.

Intanto arrivano buone nuove dai primi eventi del 'punto fres'. Sembra infatti che le Series organizzate da PokerStars stiano ottenendo un discreto successo a tal punto che le altre poker room hanno deciso di non perdere ulteriore tempo e buttarsi subito nella mischia.

Pier Paolo Baretta
Pier Paolo Baretta


Tra queste c'è Winamax che ha iniziato, anche se non in modo ufficiale, a cercare personale in grado di parlare sia spagnolo che francese.

Una mossa necessaria per evitare che anche nel mercato post liquidità condivisa ci sia una sola sala a dettare legge.