Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

E' ufficiale! Da qualche ora anche il Portogallo è entrato nel mercato condiviso del poker online. Adesso i giocatori lusitani potranno sfidare ai tavoli i colleghi francesi e spagnoli.

 

Come avevamo già anticipato, qualche giorno fa, anche il Portogallo ha ufficialmente dato il via alla liquidità condivisa per il poker online. A dare l'annuncio è stata direttamente PokerStars che ha dichiarato di aver ottenuto la licenza dall’ente regolatore lusitano e di poter già offrire, fin da subito, i tanto agognati tavoli europei.

Ecco uno stralcio del comunicato: "I portoghesi possono ora competere contro francesi e spagnoli. Abbiamo lavorato sodo per diventare il primo operatore ad offrire i vantaggi della liquidità condivisa in Portogallo. I nostri giocatori vedranno un aumento nella varietà e nell'importanza dei nostri tornei e promozioni e per questo potranno provare molto più divertimento, con tante nuove emozioni, grazie ad una migliore competizione.

Questo rafforza enormemente la nostra offerta e dimostra il nostro impegno sul mercato portoghese. Non aspettiamo altro che collaborare con l’autorità di regolamentazione portoghese al fine di migliorare ulteriormente la nostra offerta di prodotti, di poker online, per i giocatori del Portogallo".

E' tutto vero quindi, da oggi la liquidità condivisa comincia a diventare una realtà importante. In quenso senso fa ancora più rabbia l'assenza dell'Italia, unico paese, tra quelli ad aver firmato l'accordo del 6 luglio, che finora non ha rispettato i patti. Ma la speranza è l'ultima a morire, come confermano anche quelli di The Stars Group:

"Ci auguriamo che l'Italia possa far progressi in maniera da permettere anche a questi giocatori di godere di un’esperienza migliore che solo la liquidità condivisa può portare!

Un augurio che non possiamo fare altro che 'condividere'....