Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Passo indietro per il settore dei giochi online. I Monopoli di Stato hanno ufficializzato le nuove linee guida sull’antiriciclaggio e di conseguenza hanno informato gli operatori che non sarà più possibile acquisire nuovi utenti attraverso la 'registrazione semplificata'.

 

E' partita la stretta sul settore dei giochi da parte dei Monopoli di Stato per quanto riguarda le linee guida sull’antiriciclaggio. Da oggi ci sarà un inasprimento dei controlli sulla procedura per le aperture dei nuovi conti di gioco. Le nuove linee prevedono infatti l'immediato passaggio dalla registrazione semplificata a quella più completa.

In parole povere i nuovi giocatori, che si registreranno online e da smartphone, dovranno compilare ben 12 campi supplementari oltre a quelli già in essere. Non solo quindi dati personali e codice fiscale, ma anche i recapiti e tutti i dati di un documento di identità (numero, luogo di emissione, autorità che lo ha concesso, data e scadenza).

"Il concessionario - si legge su Gioconews - deve procedere all'identificazione e alla verifica dell'identità di ogni cliente ai fini dell'apertura e della modifica del conto di gioco previsto. Tale obbligo impone l’esclusione di qualsiasi forma di utilizzo di modalità di registrazione sul sito del concessionario che richieda al giocatore, al momento dell’iscrizione, un set di informazioni diverse o inferiori rispetto a quelle elencate nel contratto di conto di gioco (nome e cognome, codice fiscale, luogo di nascita, residenza, estremi di un valido documento di riconoscimento, indirizzo e-mail, recapiti telefonici). Non è ammessa la registrazione semplificata. Alla scadenza del documento e, prima di consentire il prelievo, occorre procedere all’aggiornamento degli estremi del documento. È opportuno che il concessionario acquisisca sempre, per ciascun conto, il nickname del giocatore e il suo indirizzo di posta elettronica".

Un ritorno al passato che non farà sicuramente piacere ai giocatori. Ma non solo, visto che gli stessi gli operatori si ritroveranno nuovamente in 'difetto' rispetto ai siti di gioco illegali che si avvantaggeranno grazie alle loro procedure più snelle.

Nuove linee guida sull’antiriciclaggio
Nuove linee guida sull’antiriciclaggio


In più i Monopoli di Stato hanno anche comunicato ai concessionari di sviluppare appositi indicatori per intercettare operazioni con movimentazione rilevante che permettano di "selezionare un primo insieme di giocatori, che potrà essere successivamente soggetto ad ulteriori verifiche sulla base di indicatori successivi, che tengano anche conto del comportamento del giocatore".