Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Altra voce contro il divieto di pubblicità sul gioco d'azzardo. Stavolta ha parlato la capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati che ha definito la norma pericolosa in quanto potrebbe favorire la criminalità organizzata.

 

Non si placano le polemiche nate intorno al 'Decreto Dignità' che contiene anche il divieto assoluto di pubblicità sul gioco d'azzardo. Sull'argomento è intervenuta ieri, tra gli altri, anche la capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati Mariastella Gelmini che non c'è andata leggera sulle possibile conseguenze di un tale provvedimento:

"Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sostiene implicitamente che Confindustria, così come tutti gli altri rappresentanti di categorie e i gruppi di opposizione, abbiano frainteso il Decreto Dignità, invitando i vertici di viale dell’Astronomia a leggere con più attenzione il testo.

Lo trovo un insulto all’intelligenza e al lavoro di tutti coloro che in questi giorni stanno vivisezionando le misure varate dal Consiglio dei ministri che, nonostante le affermazioni di Conte, produrranno più disoccupazione, meno produzione e favoriranno, in relazione al gioco d’azzardo, la criminalità organizzata. Piuttosto che additare gli altri, il premier si adoperi affinché il decreto venga stravolto. L’unanimità di critiche dovrebbe far suonare qualche campanello d’allarme a Palazzo Chigi!"

A rincarare la dose ci ha pensato Giorgio Mulè che, come si legge su Agimeg, ha commentato così la scelta del Governo:

"Limitare la pubblicità sul gioco, come previsto dal decreto Di Maio, ha come effetto quello di favorire il gioco illecito e quindi gli affari delle mafie. Oscurare le attività lecite equivale a incentivare gli investimenti di quelle illegali. Lo dicono chiaramente plurimi rapporti e indagini in ambito europeo e italiano, da ultimo la relazione della Direzione Investigativa Antimafia alle Camere. Il Governo si attivi allora con l’istituzione di un tavolo serio con tutti i soggetti interessati e la smetta di vendere fake news: la ludopatia non si sconfiggerà con questo decreto e i criminali ringrazieranno."

Decreto Dignità, cosa ne pensate?
Decreto Dignità, cosa ne pensate?


Intanto l'ideatore del Decreto, il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, non molla e anzi ribadisce:

"Sto ricevendo attacchi incredibili sul Decreto Dignità. Mi stanno attaccando sul fatto dei contratti a tempo determinato, dicendo che io voglio far perdere i posti di lavoro in Italia, ma in realtà è tutto lì, è intorno al gioco d’azzardo. E questo tempo che c’è voluto per far pubblicare il decreto in Gazzetta Ufficiale, ha permesso ad alcune società di sottoscrivere i contratti in questi giorni per tirare a campare altri 6/7 mesi con la norma transitoria che permette di recedere dal contratto per mettersi in regola con la norma. Ma siccome loro vogliono fare i furbi e qui non ci stanno i fessi, adesso nella sede parlamentare in cui dobbiamo convertire il decreto, mettiamo una norma per rendere nulli anche i contratti stipulati in questi giorni che hanno fatto con i concessionari del gioco d’azzardo. Perché io posso ammettere tutto ma non posso assolutamente accettare che si arrivi a prendere in giro lo Stato."