Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Logico, associazione che riunisce le aziende di gioco online, ha ribadito ancora una volta la necessità di entrare subito nella liquidità condivisa con Francia, Spagna e Portogallo.

 

La crisi continua del poker online sembra non avere fine. Per questo ancora una volta l'associazione che riunisce le aziende di gioco online, Logico, ha voluto ribadire con estrema fermezza la necessità di dare una svolta all'intero settore attraverso l'ingresso dell'Italia nella liquidità condivisa che tanto bene sta facendo a Francia, Spagna e Portogallo.

L'invito alle autorità è arrivato stavolta attraverso una comunicato stampa: "Il tema della liquidità internazionale è stato dibattuto per lungo tempo e il suo iter di applicazione ha subito dei rallentamenti considerevoli, lasciando 'indietro' gli italiani che non possono ancora giocare insieme ai consumatori europei su un’unica piattaforma di gioco sicura e condivisa.

La liquidità internazionale non è rischiosa per i giocatori, al contrario è un meccanismo che può dare un impulso positivo al poker online sostenendo la collaborazione internazionale con la definizione di standard comuni, supportando la lotta alle piattaforme illegali e proteggendo meglio i consumatori. Proprio recentemente i regolatori di Francia, Spagna e Portogallo hanno confermato che non si sono riscontrati problemi di implementazione riuscendo a 'migliorare l’esperienza dei consumatori senza comprometterne l’integrità'.

Dare impulso e rilancio al poker online, gioco con un basso livello di spesa per giocatore, nessuna ripetitività e un fondamentale elemento di abilità, sarebbe inoltre un modo per apportare benefici in ottica di promozione del gioco responsabile. LOGiCO ribadisce quindi l'urgenza di procedere con l'attuazione dell'accordo e, a tal fine, ha recentemente presentato questa necessità al regolatore italiano che ha confermato la propria attenzione.

LOGiCO e i suoi Associati sono inoltre disponibili a presentare la propria esperienza e a confrontarsi sul tema anche pubblicamente".

Numeri sempre più in picchiata per il poker online
Numeri sempre più in picchiata per il poker online


Un ennesimo tentativo che speriamo stavolta serva a scuotere l'immobilità di chi dovrebbe garantire massimo impegno per consentire al mercato del poker online di non morire definitivamente. E del resto basta dare uno sguardo agli ultimi numeri della raccolta per rendersi conto di quanto grave e compromessa sia oramai la situazione.