Pubblicato il da Redazione

Per una volta oggi non voglio far ridere, voglio solo raccontarvi una storia. Sedetevi comodi. Il 6 aprile 2009 una scossa di magnitudo 5.9 della scala Richter devasta la zona dell’Aquila, in Abruzzo. Il bilancio è catastrofico, 308 morti, 1600 feriti e l’incredibile cifra di 65.000 sfollati.


Il 28 aprile 2009 entra in vigore il decreto legge n.39 "Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile. (09G0047)" più comunemente chiamato Decreto Abruzzo. Se avete voglia di smazzarvelo tutto potete leggerlo con calma prima di addormentarvi a questo link:

Io voglio solo soffermarmi sul comparto giochi. Sono spuntate come funghi le VLT (le vecchie slot machine) in ogni angolo disponibile della penisola e a giugno sono state rilasciate nuove concessioni per i giochi online, poker compreso ovviamente. Grazie a queste nuove introduzioni nel comparto giochi ben 500 milioni di euro annui dovevano essere versati al commissariato per la ricostruzione, in base a quanto predisposto dal Decreto Legge.

Però bisogna saper leggere bene tra le righe e non soffermarsi solo sulle cifre. Il decreto Abruzzo prevede si lo stanziamento dei 500 milioni di euro l’anno derivanti dal comparto giochi, ma solo una parte di essa è destinato effettivamente a finire nelle casse dei lavori di ricostruzione. Precisamente 472.5 milioni stanziati nel 2009, 389.2 nel 2010 e solo 131 nel 2011 (fonte Antonio Morgante, responsabile ufficio del commissario per la ricostruzione) E il resto dei soldi per arrivare a 500milioni? A bhe, quelle sono l’entrate dello stato…. Se volessi essere volgare direi che lo stato fa la cresta, ma dato che sono una persona per bene preferisco dire che forse c’è stata una speculazione legalizzata (è tutto scritto per filo e per segno sul decreto legge) su un disastro epocale. Io che oltre ad essere una persona per bene sono anche una persona ingenua avrei preferito che mi venisse detto chiaramente quali erano i rapporti entrate per l’abruzzo e quelli per lo stato, ma si sa che gli ingenui hanno vita breve….

Potrei entrare in pericolose deviazioni ed elucubrazioni politiche, ma non vengo retribuito a sufficienza per sostenere delle querele! Ingenuo si, ma cogl….. no!

La raccolta media dei soli giochi online è di circa 1 miliardo e mezzo di euro al mese! (fonte Sigfrido Ranucci di Report) A distanza di 3 anni esatti dal sisma com’è la situazione all’Aquila? Pokeristi aquilani fatecelo sapere.

Solidarietà alla popolazione abruzzese,  ascoltiamoci a palla questo pezzo che potete trovare a questo link
Marco Zanini