Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Sono entrambi a ridosso della Top 10 della classifica italiana All Time Money List. Rocco Palumbo è posizionato all’undicesimo posto, mentre Andrea Dato è in dodicesima posizione. Fra i due c’è sol un gap di circa venticinque mila dollari.


Dal PGP alle WSOP - I primi successi live di Rocco Palumbo sono proprio arrivati al Poker Grand Prix (PGP). Il suo primo ITM è stato proprio centrato ad un evento PGP giocato a Saint Vincent. Era l’ottobre del 2009 e Rocco Palumbo chiudeva ottavo all main event. Un anno dopo, sempre al PGP, portava a casa il suo primo trionfo live, vincendo un evento di Pot Limit Omaha nel maggio 2010.


Lo stesso torneo lo vinse pochi mesi più tardi, ad ottobre. E ne vinse un altro a dicembre 2011. Un anno dopo, nel 2012 sfiorò la vittoria a La Notte degli Assi, dove terminò secondo per un premio di circa 63mila euro. Il giorno prima aveva fatto secondo anche al Mega Event del WPT Venice Grand Prix ($24,084). Sempre nel 2012 Rocco inizia a farsi conoscere anche all’IPT, terminando quarto al main giocato a Campione nel mese di maggio, incassando altri 43mila dollari circa.


A giungo 2012 parte poi per l’avventura WSOP, terminata con solo due ITM, ma la seconda bandierina conquistata è un primo posto. Un braccialetto che gli ha permesso di incassare un assegno del valore di $464,464. E solo un anno più tardi arriverà un altro trionfo internazionale per Rocco Palumbo, che vince il WPT di Venezia per $180,692. Più di recente, nel 2015, ha vinto l’evento Escalator ‘8 Handed’ delle France Poker Series giocate durante l’EPT Grand Final di Montecarlo. In totale ha vinto fino ad oggi la bellezza di $1,767,026 live, il ligure Rocco Palumbo.

Andrea DatoLa scuola romana - Andrea Dato e un passato da ingegnere civile lasciato per inseguire il sogno del giocatore di poker, per inseguire il sogno di una vita felice. Un sogno centrato e realizzato, grazie ad un splendido percorso iniziato nel 2006, quando piazza la sia prima bandierina in carriera all’Italian Championship giocato a Sanremo.


Pochi anni dopo, nel 2010, arriva anche il suo primo successo live, trionfando nell’evento Pot Limit Omaha del PGP di Saint Vincent. Sempre nel 2010, nel mese di maggio, trionfa anche al Red Sea Poker Cup di Sharm el Sheikh, incassando per la prima volta un premio a cinque cifre, ovvero 20mila euro.


L’anno dopo parte per le WSOP e sfiora la vittoria del braccialetto, terminando terzo per $138,044 nell’evento Triple Chance. Sempre nel 2011 manca per poco la vittoria all’IPT di Campione, quarto per $57,872. Per tre anni continua a centrare tavoli finali, senza però mai arrivare fino in fondo, tranne per una vittoria ad un evento omaha per poco più di 4mila dollari.


Nel 2014 arriva poi finalmente una gioia, quando a marzo mette le mani sul trofeo del WPT, giocato a Venezia. Un primo posto che gli consegna nelle mani un assegno del valore di $145,439. Pochi mesi più tardi arriverà poi uno strepitoso quarto posto al main event dell’EPT di Barcellona per un premio di $481,299, suo best live score in carriera. Più di recente ha invece sfiorato nuovamente la vittoria ad un WPT, nell’evento National giocato a Venezia nel 2015. Quarto per $22,381. In totale Andrea Dato ha vinto live $1,741,460.