Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Due sono le cose che hanno in comune questi due straordinari giocatori. La prima è di aver fatto parte dello stesso team pro, la secondo di aver sfiorato la vittoria di una Picca dell’EPT, arrivando ad un passo dalla gloria. Cristiano Blanco vs Francesco De Vivo.


Che inizio col botto - La storia nel mondo del poker per Cristiano Blanco inizia nel 2007. Siamo nel mese di marco è grazie ad un satellite vinto online, è lì in quel di Dortmund per prendere parte all’EPT. Un evento che chiuderà al secondo posto. La sua prima bandierina gli fece guadagnare ben $497,943. Suo miglior risultato di sempre.


Mai nessun italiano prima di allora era riuscito ad arrivare tanto lontano in un EPT. E grazie anche al fatto di esserci riuscito grazie un satellite vinto online su Everest Poker, riuscì a diventare proprio uomo immagine della poker room online francese, oggi non più in attività.


La sua vita cambiò dunque di colpo. Da giornalista emergente si ritrovò a intraprendere la strada del poker pro. Purtroppo però un colpo a sei cifre non è più arrivato, anche se di bandierine, dal 2007 ad oggi, ne ha collezionate ben 56, per un totale di $848,298 vinti in carriera live.


Nel 2016 è rimasto ancora all’asciutto di ITM, ma ormai la sua vita non è più quella del poker pro a tempo pieno, dato che oggi lavora come Director of Casino and Gaming. Ma di recente è forse arrivata la vittoria più importante per lui nel mondo del poker: ad ottobre del 2014 la Corte di Giustizia ha infatti bocciato la la normativa italiana che voleva tassare numerosi giocatori italiani per le loro vincite ottenute nei casinò esteri, la famosa ‘Operazione All-in’ dell’Agenzia delle Entrate.

Francesco De vivo al PlanetWin di Malta di qualche anno faCopenaghen e quel secondo posto - Francesco De Vivo, come Cristiano Blanco, conquista la sua prima bandierina nel lontano 2007. Otto ne colleziona quell’anno è la più importante arriva grazie ad un quarto posto centrato all’Italian Championship of Sanremo per $39,337. Solo tre anni più tardi arriverà una svolta nella carriera del player torinese.


Siamo infatti nel febbraio del 2010, precisamente all’EPT di Copenaghen, è qui Francesco De Vivo emula le gesta del suo collega romano, sfiorando anche lui la vittoria della Picca. Un secondo posto amaro, si, ma che gli ha permesso di incassare un premio del valore di $416,506. Quello fu inoltre il primo torneo giocato con al petto la patch di Everest Poker, dato che anche lui entrò a far parte del team pro dopo aver vinto il concorso ‘Live The Dream’.


In realtà già prima aveva dato dimostrazioni delle sue grandi qualità di giocatore, vincendo nel 2008 il campionato italiano di Texas Hold’em. Un successo che gli permise di volare a Las Vegas per le WSOP. Qui centrò subito un ITM alla sua prima al Main Event (503° $25,090).


Nel 2011 ha poi sfiorato nuovamente la vittoria di una Picca, questa volta all’EPT di Sanremo, dove concluse la sua cosa in quinta posizione per un premio del valore di $320,653. In totale sono 41 le bandierine vinte da Francesco De Vivo, per un totale di $1,046,412 vinti live. Infine, lo scorso anno è arrivato vicino alla vittoria del WPTN di Venezia, quarto per $23,673.