Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Il poker è forse lo sport più democratico che esiste, dove ultra ottantenni possono sfidare ragazzini di vent’anni; dove non esistono categorie in base al peso; dove uomini e donne si sfidano allo stesso tavolo. Eppure in questo mondo, specialmente in Italia, le donne di successo sono poche.


Il poker resta un gioco dove la maggior parte dei giocatori che incontri al tavolo sono di sesso maschile, però il poker rosa sa farsi valere quando è lì al tavolo da poker, e in questi anni c’è chi ha saputo regalare tanti dispiaceri al poker maschile, come Carla Solinas e Irene Baroni. Entrambe erano delle presenze fisse dei più importanti tornei nazionali e internazionali, oggi invece Carla ha interrotto il suo percorso di pokerista, mente Irena da poco è tornata a sedere ai tavoli dopo una pausa dal gioco.


Carla Solinas - Nonostante ultimamente sia scomparsa dai radar, la giocatrice un tempo pro del Team GD, oggi resta la giocatrice italiana più vincente di sempre, 98esima nella All Time Money List Italiana, l’unica donna ad essere presente nella Top 100, che in carriera ha vinto la bellezza di $375,403. Oltre trenta gli ITM per lei in carriera, centrati dal 2006 al 2013. Risale proprio a dicembre 2015 la sua ultima bandierina, centrata al WPT di Praga.


Carla è infatti ormai lontana dai tavoli da gioco, da quando chiuse il suo rapporto con GD circa due anni fa. Speriamo in un suo ritorno al poker giocato, e vederla nuovamente battersi nei più grandi tornei italiani e internazionali. Una carriera per il momento accantonata con un ottimo secondo posto centrato nel 2012 all’IPT di Nova Gorica. Una Picca solo sfiorato, ma che le permise di incassare un premio di 74mila euro, suo best score live. E sempre in quell’occasione vinse il torneo Ladies Event, suo unico trionfo in carriera.

Carla SolinasIrene Baroni - Anche Irene fece parte del team pro GD, lo lasciò però nel 2011, e anche lei dopo il 2013 fece perdere le sue tracce, stanca della vita da poker pro. Ed in tutto questo tempo le carte non le ha abbandonate del tutto, in quanto ha giocato a bridge, suo primo amore. E’ da qui infatti che proviene ed è qui che nel 2014 è tornata. Ma da quest’anno ha deciso anche di riprende la sua carriera di poker pro.


Il suo primo ITM a febbraio 2009 e il suo ultimo a maggio di quest’anno, 14esima nell’evento Saint-Vincent Cup dell’IPT 8. E prima di tornare in azione ai tavoli verdi del poker, la sua ultima bandierina l’aveva conquistata sempre a Saint Vincent, sempre all’IPT, al main event del Grand Final. Il suo best live score resta comunque la vittoria centrata al Poker EM (European Poker Championship) di Baden, dove vinse $48,256. Il suo terzo ITM in carriera, su un totale di 28. Ad oggi le sue vincite live ammontano così a $244,270, il che significa essere al 199esimo posto nella All Time Money List Italiana.