Pubblicato il da Redazione

PokerItalia24 la televisione del poker chiude e questa forse è una notizia che non sentirete oggi al telegiornale, ne tanto meno sui giornali, ma solo sui siti tematici come PokerItaliaWeb e non solo.


Per noi che lavoriamo ogni giorno in questo settore, non è un fulmine a ciel sereno, tutti eravamo consci che prima o poi la prima Tv dedicata 24 ore su 24 al poker chiudesse, ma ora che è arrivato il momento dello Stop io sono particolarmente amareggiato.


La chiusura di PokerItalia24 è la fine di un ciclo, quello che ha visto il poker online e anche quello live passare da gioco " per persone poco raccomandabili" a gioco "per la massa", o meglio ancora un gioco che poteva "cambiarti la vita". Poi la parabola è tornata a scendere e il poker è stato messo nel dimenticatoio, le sale hanno finito di investire (e in molti casi ad investire in maniera scriteriata) e il giochino in pochi anni è passato dalle stelle alle stalle. E come poteva una televisione basata esclusivamente sul poker reggere un cambio così radicale in pochi anni?


La chiusura di PokerItalia24 è la punta di una grandissima crisi che il poker online (ma anche quello live) stà vivendo da qualche anno in italia ma anche a livello mondiale. In Italia se il poker online è stretto nella morsa della liquidità nazionale e la speranza di una possibilie apertura a quella regionale, il poker live vive da anni in uno stato di incertezza continua, senza una vera regolamentazione e con una guerra a colpi di garantiti nei circoli per sopravvivere e una difficoltà sempre più evidente anche nei casinò nazionali.


Ciao PokerItalia24, grazie per aver fatto sognare i tanti giocatori di poker che nel corso degli anni hanno seguito le tue trasmissioni e un abbraccio a tutte le persone che in qualche modo hanno reso questa TV un punto di riferimento per il poker "made in Italy"