Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Ne hanno fatta di strada da quando hanno mosso i loro primi passi nel mondo del poker, Giuliano Bendinelli e Raffaelle Sorrentino. Il primo oggi vanta vincite live per quasi settecentomila dollari, mentre il secondo, di recente, ha sbancato al PSC di Montecarlo.


Raffaele Sorrentino, dalla Calabria al Messico - Scuola calabrese, la stessa di Salvatore Bonavena, compaesano di Raffaele, che come lui ha trionfato in uno dei tornei più importanti in Europa e nel mondo. L’impresa all’EPT di Praga di Sasà, infatti, ancora oggi è viva nei nostri ricordi, come è viva l’impresa centrata più di recente dal catanzarese Raffaele Sorrentino, che ha fatto suo il Main Event del PokerStars Championship di Montecarlo, vincendo un primo premio di oltre 500mila dollari e raggiungendo così i $928,135 vinti in carriera live, entrando nella Top 25 dell’All Time Money List italiana, classifica dove invece il veterano Bonavena è quinto con più di 5 milioni vinti.

Con la Picca nella valigia, Raffaele, ha poi fatto ritorno a casa, non in Calabria, bensì in Messico, dove vive da qualche annetto, la sua seconda casa, e dove oltre a tuffarsi nelle splendide acque caraibiche, ogni tanto fa anche dei tuffi online, giocando sul .com, .it e .fr. Ovviamente a spingere Raffaele ad andare in Messico non è stato solo il clima, il mare e le belle donne, ma anche la possibilità di poter giocare appunto online senza restrizioni. Poker & Realx potrebbe essere ora il suo motto.

Insomma ne ha fatta di strada dal suo primo ITM live messo a segno a Malta nel 2012 in un evento People’s Poker, un 12° posto per poco più di mille dollari incassati. Ovviamente la vittoria di Montecarlo è il suo best live score, nonché il suo secondo trionfo in carriera (dati hendonmob). La prima coppa al cielo l’aveva alzata ad agosto 2016, trionfando in un evento turbo dell’EPT di Barcellona, un primo posto che gli permise di incassare un premio da oltre centomila dollari. Un Picca che da pochi giorni non è più la sola ad essere esposta nella sua bacheca dei trofei.

Raffaele Sorrentino alza al cielo la coppa del PSC di Montecarlo
Raffaele Sorrentino alza al cielo la coppa del PSC di Montecarlo

Giuliano Bendinelli, campione del mondo con l’Italia - A Montecarlo per la PSC c’era anche lui, Giuliano Bendinelli, che ha centrato due tavoli finali su tre ITM. Bandierine che gli hanno permesso di salire a $683,969 come vincite live in carriera, fra i 50 giocatori italiani più vincenti di sempre. Una scalata iniziata nel lontano 2009, quando arrivò secondo in un torneo giocato a Las Spezia. Un anno dopo arriva la seconda bandierina in carriera ed è subito una vittoria, in un side event dell’IPT di Venezia.

E come per Raffaele Sorrentino, anche Giuliano ha centrato a Montecarlo il suo best live score in carriera, andando a vincere nel 2013 la Monaco Cup disputata durante l’EPT, e vincendo circa 131mila dollari. La Monaco Cup altri non era che la Global Poker Master, torneo a squadre nazionali e Giuliano faceva parte ovviamente del Team Italy, composto da Dario Sammartino, Mustapha Kanit, Andrea Dato e Rocco Palumbo, non certo gli ultimi arrivati. E fra tanti campioni, Giuliano, fu proclamato anche migliore giocatore. E per festeggiare tale riconoscimento, per pagare un pegno, rischiò anche l’arresto, come potrete vedere nel video sotto, pubblicato dal collega Cesare Antonini, nel 2015.

Bendinelli inoltre, sia lo scorso anno che nel 2015, è andato vicinissimo a vincere un braccialetto alle WSOP, cadendo la passata stagione in 12esima posizione in un evento No-Limit 6-Handed, e due anni fece invece 13esimo in un classico evento No-Limit Hold’em. Quest’anno non abbiamo duqnue dubbi che partirà nuovamente per Las Vegas, a caccia di quel braccialetto sfuggitogli per ben due volte da sotto il naso.