Pubblicato il

Seguiamo i blog. Scriviamo ai bloggers. A volte ci capita persino di incontrarli, quindi... già è vero sono persone reali! Ma che cosa significa essere un bloggers? com'è la sua giornata tipo? Seguitemi e proverò a raccontarvela.

"La sveglia è sul comodino. Sì, la vedo. Però... già le cinque... ho fatto tardi anche questa sera. Mi sono guadagnato un'intervista però.  E un paio di birre. Bilancio in attivo insomma. Pagherò con un po' di sonno in meno questa notte ma tutto sommato è andata bene. Sì, in fondo bella giornata. E pensare che oggi pomeriggio con tutti quegli iscritti mi sembrava di non potercela fare. 283 persone, tutte ai tavoli da gioco. Bel torneo comunque, e gran bella atmosfera in sala.

Pensa quando lo racconterò a casa. Già so che sarà difficile spiegargli cosa faccio di preciso. Forse dovrei iniziare da... allora, praticamente ci sono questi tornei di poker a cui si può partecipare pagando l'iscrizione. Noi blogger seguiamo l'evento, praticamente facciamo la cronaca della giornata, tipo tutto il calcio minuto per minuto, solo che invece di passare per radio, noi facciamo una specie di giornale in diretta."

Mi si sono chiusi gli occhi, le palpebre sono un po' troppo pesanti per essere solo due fili di pelle che passano davanti agli occhi. Dovrebbero farle più leggere... così sono davvero insopportabili. Entro in quello stato di dormiveglia bellissimo in cui spesso mi capita di rielaborare le ultime cose cui stavo pensando durante la giornata. Questa volta sono davvero a casa, a tavola e racconto...

"...quindi seguiamo i giocatori più famosi, le giocate, quante chips hanno davanti e cerchiamo di fare aggiornamenti continui.

Come dici?

Ah quando non succede niente è difficile, ma ci sono sempre un sacco di cose da fotografare, quindi alla fine riesci. Poi le foto danno colore alla pagina e chi segue si sente più partecipe. Comunque succede davvero di rado che non succeda niente, poi per fortuna gli utenti possono fare richieste da casa e così magari metti una giocata, un video. Insomma, devi un attimo andare di fantasia e chiederti: se fossi a casa mi starei annoiando? Quello è il metro di giudizio fondamentale. Devi fare in modo che la pagina sembri viva, allora la gente si diverte. 



Bello? e me lo chiedi pure? Fin qui è il lavoro più bello che abbia fatto! Alla fine la giornata di lavoro è abbastanza lunga, ma niente di paragonabile alla fatica e alla monotonia di tutti gli altri lavori che ho fatto... lì mi diverto! Oh, poi non so gli altri, io mi diverto.

...

Sì poi quando finisce la giornata di torneo vado al bar e visto che di solito siamo in posti bellissimi ci vado pure volentieri!

Eh? Ci vado volentieri sempre al bar, anche nei nostri qui a casa. E allora? È una abitudine italiana, quindi non è colpa mia ma del retaggio culturale!

Poi guarda che il bar è uno degli aspetti più importanti del lavoro perché è li che conosci meglio i giocatori, ti relazioni con loro e impari a capirli meglio. E nel nostro lavoro è molto importante conoscere le persone. Prima di tutto perché se devo dirti la verità moltissimi sono davvero in gamba e simpatici, poi perché se si fa amicizia ci si da una mano e tutto ci viene più facile...

Bhè hai capito cosa faccio? almeno un po'?..."

Poi dallo stato di dormiveglia si passa alla prima fase del sonno e le immagini iniziano ad ingarbugliarsi, a contorcersi. Oggi mi sono svegliato alle 12:30. Ora sono quasi le 6. Dodici livelli di torneo, una sosta di due birre al bar, un pacchetto di sigarette e qualche caramella alla menta. Direi che è fatta. Posso dormire.