Pubblicato il

cane_poker.jpgSiamo ormai agli sgoccioli di questa lunga estate calda e ovviamente le cose per il poker live in Italia non hanno subito variazioni. Anzi sì, perché in molte località turistiche si è tranquillamente giocato come niente fosse.


 
 

Quindi si va avanti così come eravamo rimasti prima dell'estate: giocare live in Italia è vietato, forse... anzi no.


Sono adesso due anni che il poker online è stato regolamentato nella nostra nazione, mentre il gioco terrestre continua ad esser snobbato. Ma pare che ormai anche l'alone di criminalità accentuato prima sia stato rimosso in quanto, con le molteplici, paradossali situazioni accadute negli ultimi 12 mesi ci si è resi conto che giocare live è illegale, ma si può fare.


L'ultima parola infatti spetta sempre alle procure locali. Che si muovono ormai in base ai precedenti creati dai ricorsi ai vari TAR regionali da parte dei gestori di circoli più intraprendenti.


sala da poker con giocatori
Giocare live è un'emozione imparagonabile con il gioco online


Così da una parte dell'Italia si continua, e anzi non si è mai smesso, a giocare e dall'altra si continua ad aspettare. Roma si e Palermo no, per fare un esempio. Veneto si e Piemonte no. E così via.


Insomma una situazione al limite del grottesco, tipica dispiace dirlo, dell'italian style. Sembra che adesso la prossima scadenza sia giugno 2011 senza nemmeno farci avere l'illusione di un regalo sotto l'albero di Natale. 


Ma forse questo regalo c'è già. Bisogna solo saperlo cogliere e sfruttare il momento. Del resto il circolo dove abitualmente giocavo (cosa che faccio ancora ma in maniera decisamente meno abituale) ieri ha presentato il nuovo palinsesto della stagione. Secondo voi cosa dovrei fare, rinunciarvi?


La sala di un circolo gremita di giocatori.
La sala di un circolo gremita di giocatori. Un'esperienza da rivivere


E intano a Sanremo si è studiata la prima Accademia del Poker Texas Hold'em europeo. Non è ben chiaro a cosa possa servire questa accademia e, sopratutto, come sia possibile nasca proprio in Italia dove il gioco live è vietato. Tranne naturalmente nelle 4 case da gioco dislocate nei punti più remoti della nazione. Sanremo è ovviamente una di queste e l'Accademia nasce proprio per il ruolo che ricopre la ridente cittadina ligure di capitale del poker nazionale. Grazie agi EPT da record, alle numerose tappe IPT ed a molte altre manifestazioni pokeristiche che si sono svolte proprio a Sanremo con grande successo. 


Purtroppo personalmente non ho la forza economica di permettermi un IPT, tanto meno un EPT. Quindi resto nella mia bella città di mare in attesa che venga legalizzato il gioco live. Ed intanto una capatina ogni paio di mesi al circolo me la faccio, perché non dovrei?



Roberto 'Ronnie Rosenthal' Sorrentino
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.