Pubblicato il
king_high_stakes_comp.jpgL'autunno incalza portando con sé brutto tempo e serate da passare in casa. Ma cosa fare quando proprio non ci va di giocare una partita online? La soluzione sta tutta nel termine inglese: Railare!
 
 
 
 
Railare, consiste nell'assistere come spettatore ad una partita altrui, normalmente cash, normalmente high stakes, standosene concentrati su cosa i nostri beniamini possano avere tra le mani. O più semplicemente, lasciarsi affascinare dalle migliaia di dollari che volano dentro al piatto, e poi prendono la direzione di quello, o di quell'altro giocatore.
 
Quella che vogliamo proporvi oggi è una carrellata di giovani giocatori High Stakes online, che partiti dai microlimiti, sono arrivati a giocare le partite a limiti più alti e che facilmente potrete trovare sulle varie piattaforme.
 
 
Randy
Randy "nanonoko" Lew
 
Su, per esempio, Pokerstars.com, potrete trovare Randy "nanonoko" Lew, mentre multitabla 24 tavoli cash game dal 5/10$ fino al 50/100$ NL Hold'em. Randy ha dimostrato nel tempo di essere uno dei più forti giocatori di cash game online, raccogliendo in carriera, qualcosa come 1,900,000$ partendo dai microlimiti fino alle partite migliori di PS.com.
 
Oppure, agli stessi tavoli di nanonoko, potreste trovare Richard 'nutsinho' Lyndaker. Giovanissimo giocatore di origini portoghesi, che online ha distrutto i tavoli cash dai limiti più alti, arrivando a conquistare la soglia di quasi 2 milioni di dollari vinti, prima di flettere e assestarsti attorno ad 1,4 milioni di dollari.
 
E se invece, vi piace gustarvi l'action insana dei tavoli high stakes di Full TIlt? Ecco a voi i nomi di chi RAILARE.
Daniel "jungleman12" Cates, è l'uomo del momento. Sfidante di Tom Dwan, nella durrrr challenge, è il prototipo di ragazzo partito dai microlimiti, e arrivato a giocare le partite con bui 500/1000$. Daniel si è specializzato nelle partite 1vs1, riportando lì i suoi migliori risultati. Potreste trovarlo impegnato in qualche insana partita su 4 tavoli dai limiti 100/200 in su, sia NL hold'em, sia Pot Limit Omaha.
 
 
Durrrr sfida Jungleman12
Durrrr sfida Jungleman12
 
 
Scott "Urnotindanger2" Palmer, è un altro mostro sacro dell'online. Comparso pochissimo tempo fa, ha spaccato tutti i tavoli di Full Tilt, arrivando a sfiorare anch'egli, i 2 milioni di dollari vinti in carriera, prima di scendere attorno ai 1,5 milioni di dollari. Tabler infinito, potrete trovarlo seduto su 10 o più tavoli, mentre gioca diversi limiti, contemporaneamente, di NLHE e di PLO.
 
BemyguestBud, è uno dei giocatori High stakes, di cui ancora si ignora nome e cognome. Sappiamo di certo che in circa 2 anni, ha giocato qualcosa come 1 milione di mani, NLHE-PLO, riportando 1 milione di dollari in vincite. Bemy, la cui provenienza sembra essere olandese, gioca una marea di tavoli, affiancando alle partite cash, anche HU da 5500$ con il top field mondiale, della specialità.
 
Andreas "skjervoy" Tobergsen, coach di CardRunners, è uno dei giocatori più impressionanti del mondo online. In sole 100k mani, è riuscito a vincere qualcosa come 1.2 milioni di dollari, a limiti che potremmo definire più middle che high stakes. Andreas è uno dei migliori giocatori al mondo di PLO a bui 25/50$, dove ha riportato circa 500,000$ di vincite in carriera. Da pochi giorni, in qualità di coach di CardRunners, è stato munito di red pro account, che ne semplifica la ricerca.
 
 
 
Fabrizio 'Superbalds' Baldassarri
Fabrizio 'Superbalds' Baldassarri
 
 
Citiamo ad onor di cronaca anche i vari Anna164 e Sauce1234, ottimi player, che potrebbero riempire le vostre sessioni di railing. E gli italiani?
Purtroppo l'Italia non ha ancora regular agli High stakes. Viviamo di meteore. Ricordiamo Luckexpress12, e mensioniamo l'ottimo stato di forma di Fabrizio "superbaldas" Baldassarri, che nell'ultimissimo periodo di vacanze, e in questi primi giorni di Settembre, sta realizzando quella che in gergo viene chiamata la scalata "from zero to hero". Infatti Fabrizio ha un profit di circa 800,00$ e chissà se riuscirà a raggiungere il milione di dollari vinti.
 
Speriamo in un futuro non troppo prossimo di poter vededre gli italiani cimentati nell'arte del cash game, così da poter creare una sorta di area High Stakes, anche nel parco delle piattaforme.it
 
 
Scritto da: Marco "yomik" Pasqua