Pubblicato il da Redazione

Il 2014 e' iniziato e io vi auguro ogni bene possibile sia nella vita reale, che al vostro gioco preferito il poker. E per non perdere il vizio, inizio subito a raccontarvi una serie di folli notizie che ci giungono dal fantastico mondo dei giochi.


Voi non avete un’idea di quanto sia diventato pericoloso giocare a poker. E non parlo dei pericoli derivanti dal giocare fuori bankroll, ma di veri e propri pericoli che minano la propria incolumità fisica. WalMart, nota catena di negozi con filiali in tutti gli Stati Uniti ha tolto dal commercio un set card table, composto da tavolo e quattro sedie pieghevoli perché ritenuto potenzialmente lesivo per la salute.

L’articolo, venduto a circa 50 dollari era prodotto dalla Heshan Camis Industrial Co. Ltd di Guandong in Cina. Oltre 73 mila esemplari sono stati ritirati dal mercato in seguito alla richiesta della Consumer Products Safety Commission americana la quale ha ricevuto 10 segnalazioni in merito all’uso del set che riportavano ferite alla mano, slogature, fratture, mal di schiena ed in un caso addirittura l’amputazione di un dito!

Va be che era un prodotto economico, ma come fai a rimetterci un dito usando una sedia pieghevole? Quando andare broke in una partita di amici non è sufficiente…. Sarà per questo che lo Stato italiano non vuole legalizzare il poker live? Ha forse paura che ci sloghiamo il polso durante un torneo al circolo locale?

Partita di poker tra anzianiNon che in Oklahoma le cose vadano meglio. La polizia si è avvalsa di un sedicente agente infiltrato per sgominare una pericolosa partita di poker in un bar di Tulsa. All’interno del bar si trovavano 47 giocatori per un montepremi totale che sfiorava addirittura i 500 dollari. Ben 10 dollari di buy in a testa. Non propriamente una partita di poker high-stakes! Morale della favola: il buy in è stato sequestrato, i due proprietari arrestati e rilasciati su cauzione di mille dollari a testa ed ora rischiano pure di perdere la licenza di vendita per gli alcolici. Ed inoltre i 47 depravati giocatori rischiano pure di essere denunciati ed arrestati per gioco d’azzardo. Vale la pena ricordare che in Oklahoma non ci sono casinò commerciali ed in qualche modo i giovani di Tulsa devono pur arrangiarsi.

E se pensate di sfuggire al gioco rifugiandovi nell’amore state molto attenti alle propensioni ludopatiche del patner. Questa vicenda è memorabile come un movimento intestinale. Una donna scozzese (che tengo a ricordare che non si tratta della popolazione più generosa al mondo) ha vinto il super jackpot della lotteria, ben 148 milioni di sterline e la prima cosa che ha fatto per festeggiare la vittoria qual è stata? Ha scaricato il marito ovviamente! Va detto che ha deciso di dividere la vincita con il consorte prima di dargli il benservito. La coppia, di poco superiore alla quarantina, genitori di due figli, non ha voluto rilasciare commenti al riguardo. Solo un amico dei due ha voluto ricordare i bei tempi andati dichiarando: “lui (il marito) le ha regalato l’auto che lei voleva e da allora è sbocciato il romanticismo” Romanticismo che evidentemente è del tutto scemato dopo aver vinto il super jackpot della lotteria.

Marco Zanini