Pubblicato il da Redazione

Jean-Robert Bellande nasce nel 1970 a New York. La crisi economica non sembra averlo colpito. Ha uno stile di vita che la maggior parte della gente può solo sognare: hotel di lusso, auto sportive e high stakes poker. In poche parole: è rotto, ma vive come un milionario!


Diplomato in marketing alla Azusa Pacific University, attualmente risiede a Las Vegas, il suo primo risultato di rilievo risale al marzo del 2005 dove al Rio, in un evento del circuito WSOP, il Rio Las Vegas Poker Festival, riesce ad ottenere un terzo posto alle spalle di Doug Lee e Jennifer Harman portando a casa 210.900 dollari. Ad oggi risulta essere la sua maggior vincita.


Il 2005 è sicuramente il suo anno migliore dove vince un torneo a Los Angeles per 148mila dollari, unico suo successo in tornei live e fa runner up in un altro torneo a Las Vegas dove intasca 123mila dollari. Non ha ne titoli WPT ne tantomeno braccialetti WSOP, dove al massimo vanta un secondo posto nel 2008 in un evento shootout che gli ha permesso di guadagnare 173mila dollari.


Ci si chiede da dove venga tutta questa sua popolarità visto che in carriera vanta “appena” 1,3 milioni di dollari di vincite lorde e non ha mai ottenuto risultati clamorosi.Sicuramente la sua forte personalità ed il suo vivere perennemente in bilico tra il lusso e il pericolo di finire rotto in men che non si dica, da cui il suo nick “BrokeLivingJRB”, lo ha portato a crearsi un personaggio amato dal pubblico del settore e non solo.


Sponsorizzato dall’Aria Casinò di Las Vegas, il suo contratto prevede l’usufrutto perenne della Sky Suites, un appartamento all’interno del complesso dell’Aria di oltre 150 metri quadrati, il cui costo medio per il pernotto è di circa novecento dollari a notte. In una delle ultime interviste che JRB ha rilasciato ha dichiarato di avere in banca un saldo attivo di 800 dollari!


Le donne vengono sempre da me!Giocatore specializzato nel poker cash game di solito lo si può vedere in azione ai tavoli mixed game al livello 300-600 e di nuovo ci si chiede chi ci sia dietro di lui a stakarlo, visto che il suo conto corrente è perennemente vuoto. Bellande ha dichiarato di aver ricevuto un’educazione molto cristiana, la madre era una missionaria volontaria a Taiwan, e di aver l’idea che Dio si prenda sempre cura di lui.


Difficile credere che la Fede sia il solo segreto alla base dello stile di vita JRB. D’altronde solo la Fede non basta a pagare i blind del cash game. Interrogato più volte a tal proposito Jean è sempre stato molto evasivo in merito. La sua grande amicizia con il miliardario Dan Bilzerian potrebbe spiegare, almeno parzialmente, parte delle sue entrate.


Nel 2010 e nel 2011 Bellande ha avuto una deep run nel main event delle WSOP, chiudendo 78esimo nel 2010 e 65esimo nel 2011 per oltre 200mila dollari complessivi. Pare che di quella vincita gli siano rimasti meno di 10mila dollari, gli altri soldi sono andati a coprire i debiti che aveva contratto con altri giocatori e per spese pazze sostenute nel corso delle WSOP. Alla fine di quell’edizione ha dichiarato di sentirsi estremamente in forma e di non avere dubbi che l’anno successivo sarebbe stato il suo migliore anno di sempre. In tutto il 2012 colleziona solo due ITM per 12mila dollari…


Il 2013 è andato ancora peggio, con solo un ITM al WPT. Il tutto non gli ha comunque impedito, nel 2014, di iscriversi al Big One da un milione di dollari presentandosi alle casse del Rio pagando il buy-in in contanti! La foto pubblicata dallo stesso JRB è ovviamente diventata subito virale. Mistero assoluto su dove abbia trovato i soldi per partecipare al torneo più costoso del mondo. Per sua stessa ammissione è stato più volte stakato da gente del calibro di Johnny Chan, Billy Baxter, Huck Seed, Ben Lamb e non ultimo Tom Dwan. Tra le sue attività extra poker vale la pena di ricordare la partecipazione al reality Survivor, edizione cinese!


Il meglio di se, come gli piace spesso ricordare lo da però con il gentil sesso: “Sono calvo, sono al verde, sono grasso. Eppure le donne vengono sempre verso di me come dei proiettili!” Non male per uno che in banca non ha nemmeno i soldi per comprare un auto di terza mano!


Da Metà febbraio 2016 ripartono su PIW "Gente di Poker" e "Poker Risate", le rubriche curate dal nostro Marco Zanini...non perdetele!