Pubblicato il da Redazione

Volete sapere una cosa davvero strana? Phil Hellmuth ha un amico! Ok, tutti sappiamo che è felicemente sposato, ha tre figli, parenti che gli vogliono bene, e non potrebbe essere diversamente con i quasi 21 milioni di dollari vinti in quasi 30 anni di onorata carriera. Io sto parlando però di amici che non hanno legami parentali con il Poker Brat.


Gente che non gli ha comprato quote, che non devono ricambiare favori ai quali non è mai stato donato un rene. Insomma stiamo parlando di amici nel senso letterale del termine.Impossibile direte voi, invece no! Proprio ieri sera, mentre mi scoppiavano top two con oppo che pesca un incastro miracolo al river, ed essendo in periodo natalizio i miracoli si sprecano, ho scoperto che anche il cattivo ragazzo del poker può contare su un amico reale, in carne ed ossa, non un umanoide uscito da un libro di Isaac Asimov.


Si tratta di James Joseph Harbaugh. Se non lo conoscete è solo perché non seguite il football americano. James Joseph, d’ora in avanti soprannominato Jim, è stato una stella nei Chicago Bears all’inizio degli anni novanta, ed ora allena i Michigan Wolverines nell’NCAA, la lega giovanile che racchiude i vari college americani. Jim e Phil si sono conosciuti una decina di anni fa durante un partita di basket a Stanford in California. Phil vive a Palo Alto, la città limitrofa a Stanford e Jim allenava allora gli Stanford Cardinal, squadra rappresentante la famosa università californiana.


Phil HellmuthDa quel primo incontro è nata una vera amicizia, il 14 volte braccialettato WSOP è diventato un assiduo frequentatore degli spogliatoi dei cardinals, mentre Harbaugh, pokerista dilettante, non perdeva mai occasione per chiedere consigli di gioco ad Hellmuth. Dilettante che comunque è stato visto più volte a Las Vegas, giocare partite cash high stakes, fatto sta che parte del free coaching di Hellmuth deve essere penetrato a fondo nella mente dell’allenatore, tanto che dopo pochi anni, allora allenava i San Francisco 49ers, dopo un brillante inizio di stagione ha così dichiarato in conferenza stampa: “Stiamo davanti nel chip count, ma non abbiamo ancora un posto al tavolo finale!” Letteralmente. Scatenando il delirio in sala stampa.


Jim e Phil si sentono regolarmente via sms, suppongo che Phil ne approfitti per whinare tutte le volte che perde un flip. Questa settimana però non credo siano riusciti a sentirsi: Hellmuth è stato eliminato al day uno di un torneo, mentre Harbaugh, che ora allena i Michigan Wolverines, ha perso malamente contro gli Ohio State Buckeyes. Entrambi si possono tranquillamente consolare però: uno ha vinto 21 milioni di dollari in tornei live e l’altro è l’allenatore più pagato della NCAA con uno stipendio di 9 milioni di dollari l’anno! Non avrei mai pensato di dirlo, ma anche il Poker Brat ha un amico! Lo spirito del Natale regna sovrano!


Cose strane nella vita di Mr.WSOP, che come vedete nella foto, ha pure un suo logo ufficiale, da brandizzare insieme alla vendita di libri e dvd… L’ego del pro di Palo Alto tocca di continuo vertici inesplorati! Chiudiamo con un'altra cosa strana: sapete qual è l’anagramma di Liv Boeree? E’ “I love Beer” Come avete fatto a vivere fino ad ora senza saperlo? Meditate gente, meditate.

Marco Zanini