Pubblicato il da Redazione

Dopo anni di studio sul campo, come un novello archeologo impegnato nella ricerca dell'armata perduta, sono giunto alla conclusione che c’è una ciclicità di errori commessi dai giocatori ricreativi od amatoriali che dir si voglia, i quali pullulano nei circoli dello stivale.Ne ho selezionati alcuni da sottoporre al vostro esimio giudizio.

 

Sarà utile questa guida dedicata al poker live nei circoli? Assolutamente no! Ma spero almeno che riesca a strapparvi un sorriso!

Errore tipico numero 1: Size di apertura che hanno la logicità di un gibbone impazzito

Mi siedo al tavolo, primo livello, bui 50-10, raise minimo 600… Suppongo che ci sia stato uno sbaglio, ed invece no! La size standard è di almeno 6x, in tutte le circostanze ed in tutte le posizioni. Quando provo a chiedere il perché di queste aperture extra large la risposta inevitabile è: “Non voglio che chiami tutto il tavolo!” Media di giocatori coinvolti al flop: dai sei ai sette…. Se parli di small ball poker credono che sia uno nuovo sport inventato da un finlandese ubriaco.

Errore tipico numero 2: Vedere più flop che i propri figli

Se dovessero giocare online farebbero esplodere Holdem Manager. Loro pagano il buy in e lo scopo è vedere quanti più flop possibili, non conta se ci sono 3bet e 4bet, fino a quando ci sono chips c’è speranza, per cui un flop non lo si nega a nessuno. Voi potete anche metterci la casa pre flop, ma loro hanno pagato il buy in e si sono arrogati il diritto di vedersi i flop, perché il loro mantra è “se non vedi mai i flop come fai a vincere i piatti?” Logica ineccepibile ed inoppugnabile!

Errore tipico numero 3: Non foldare neanche sotto tortura

Qui siamo allo step successivo dell’errore precedente. Si son visti il flop, hanno hittato bottom pair no kiker e tu non riesci a mandarli via neanche con la minaccia di chiamare l’inquisizione spagnola.Per consolarsi si dicono che il loro punto può migliorare, che non è detto che tu abbia un punto migliore, che è inutile vedersi il flop se poi si folda dopo aver pescato una delle proprie carte. Di solito amano giocare fuori posizione, chiamare pre, flop, turn e river su board coordinati come un completo giacca e cravatta di Armani e dopo che gli giri il nuts la dichiarazione standard di circostanza è: “Credevo che avessi assokappa”

Errore tipico numero 4: Non avere la minima cognizione di quello che succede accanto a loro

Numero di giocatori al tavolo, tipologia di avversari presenti, average del torneo sono tutti concetti che esulano dal giocatore randomico. Lui non si pone il problema di cosa tu possa avere in mano o del range che tu possa percepire della sua mano, Lui ha solo deciso di mettere chips in mezzo al piatto con un sorriso a metà strada tra l’inconsapevolezza più totale e l’ignoranza più pura, che io tanto amo detto per inciso.

Con questo illuminante ed illuminato elenco potrei andare avanti all’infinito, ma non vengo sufficientemente retribuito per difendermi da eventuali querele, per cui auguro a tutti voi Peace, Love and Play Poker! -Marco Zanini-