Pubblicato il da Redazione

Breve domanda retorica: come si fa a sapere quando NON è carnevale? Breve risposta altrettanto retorica: semplice, quando un uomo mascherato ti minaccia con una pistola! Ma cosa tutto questo con il poker? Vieni a scoprirlo con il nuovo articolo di Poker e Risate!

 

Ci troviamo a Woodbridge Township, 100mila abitanti del New Jersey, a due passi da New York.13 amici si ritrovano per un home game casalingo, quando un uomo mascherato, Jarvis D. McCloud, 37 anni, fa irruzione nell’appartamento minacciando i presenti con una pistola, intimandogli di consegnare tutti i soldi.

 

Però vale la pena ricordare che stiamo parlando di 13 giocatori amatoriali di poker, gente abituata a flattare delle four bet fuori posizione. Volete che si spaventino per una semplice rapina a mano armata? Assolutamente no! Infatti i poker player hanno velocemente sottomesso il rapinatore e chiamato il 911. Arrestato il ladro e riportata la calma, gli amici hanno ripreso il gioco come se nulla fosse. Mi auguro che nessuno avesse i pini durante la rapina! Attualmente McCloud è in custodia presso il Middlesex County Correctional Center con l’accusa di aggressione e furto.
Il capitano della polizia di Woodbridge, Roy Hoppock, ha dichiarato al NJ.com: “Siamo fortunati che nessuno è stato ferito, il rapinatore era l’unico armato” Il che trattandosi di un poker home game nel New Jersey è davvero una stranezza!

 

E per la legge del contrappasso, per un uomo che va in prigione per un reato legato al poker, un altro viene scarcerato dopo aver scontato la pena, sempre per un reato legato ad un home game. Si tratta di Matthew Gooch, 82 anni suonati, in carcere dagli inizi degli anni ’80. Il suo reato? Ha ucciso un uomo durante un poker tra amici, dopo che questi gli aveva vinto un piatto di ben quattro dollari!

 

Torneo di poker liveI fatti risalgono al 3 gennaio 1980 a Modesto in California, Gooch perde un piatto da quattro dollari, il che mi fa pensare ad un cash game leggermente low stakes… Sconvolto dalla perdita va a casa di un amico, si fa prestare un fucile, che negli Stati Uniti corrisponde più o meno come a farsi prestare lo zucchero dal vicino di casa, torna alla partita, individua il suo antagonista e gli spara un colpo centrandolo al collo ed uccidendolo all’istante.Condannato per omicidio di secondo grado, durante un’udienza per la libertà vigilata nel 2014, Gooch ha dichiarato che avrebbe ucciso nuovamente se qualcuno gli avesse preso dei soldi.Di fatto non rendendolo il compagno ideale per una partita di poker tra amici….Ora, ad 82 anni, sta per tornare un uomo libero. Non credo però che riuscirà a trovare tanta action ai tavoli!

 

Invece a Vancouver, in Canada, la polizia ha fatto irruzione in un centro per anziani, il Minoru Place Seniors Center, dove si giocava Texas Hold’em cash game, ai folli bui di 5-10 centesimi! Forse come ante usavano delle lenticchie, nel rapporto della polizia non è meglio specificato. Il rapporto parla di 40 anziani che giocavano a poker in questo centro da oltre un decennio, prima che la polizia interrompesse il loro passatempo preferito.Questo non è sicuramente il primo caso di un poker low stakes, fatto per puro scopo ricreativo senza rake, che viene sospeso dai funzionari governativi americani o canadesi.


Tra i vari casi, quelli che preferisco ricordare sono a Washington dove è stata sospesa una partita senza bui con un cent come ante, poi un altro centro anziani in Michigan dove si disputavano tornei freezout da ben cinque dollari di buy in e quello che in assoluto io preferisco: due anni fa in Indiana è stato sospeso un torneo che metteva in premio della toilet paper, carta igienica! Tutto tristemente vero. Buon senso, questo sconosciuto.

Marco Zanini