Pubblicato il da Tiberio "Boss" Redaelli

Ci eravamo lasciati con Hellmuth che dava fuoco alle sue scarpe nuove per esorcizzare i demoni che attanagliavano le sue scarse prestazioni alle WSOP di quest’anno. Evidentemente le cose non sono migliorate…

Quali sono le doti necessarie per essere inseriti nella prestigiosa Poker Hall of Fame?

Essere un giocatore di successo, aver giocato ai limiti più alti, aver superato la prova del tempo. Queste e altre bazzecole sono fondamentali per avere una chance di essere nominati, io però ne inserirei un’altra, a mio modo di vedere molto più interessante. Nel mondo del poker non sei nessuno e di conseguenza non sei meritevole di essere nominato per la PHoF, se almeno una volta nella tua vita non sei stato insultato da Phil Hellmuth per il tuo (presunto) pessimo gioco.

Terrence Chan si può ora definire un poker pro fatto e finito. In un recente torneo WSOP è stato pesantemente e ripetutamente insultato da Poker Brat. Da notare che Chan è principalmente un pro di MMA, sport da combattimento che comprende un mix di varie arti marziali. Insomma, non una scelta +ev nel lungo periodo quella di decidere di insultare un professionista del settore, ma si sa, quando Hellmuth sbrocca non lo fermano neanche i caschi blu dell’ONU.Il torneo era il Championship di Limit Hold’em da 10.000 dollari di buy-in, ma non soffermiamoci troppo sullo scoppio subito da Phil, che con second set al flop si vede superato da una scala incastro pescata al river, ma andiamo direttamente nella zona calda….

Phil si alza, il suo volto assume un colore rossastro, gli si gonfiano le adenoidi, si vede lontano un miglio che sta per esplodere in una delle sue epocali sfuriate, gli sale la pressione come una caffettiera, sta per esplodere come un treno a vapore, il 14 volte braccialettato forse vorrebbe anche trattenersi, ma proprio non ce la fa, non è nella sua natura, inizia ad uscirgli il fumo dalle orecchie, sembra Roger Rabbit dopo che ha mangiato una confezione di peperoncini messicani, sembra che stia per avere un infarto nelle sale del Rio, quando viene raggiunto e superato il punto di rottura, la diga cede, gli argini non tengono e per dieci minuti di orologio, letteralmente per 600 secondi, passa ad insultare il combattente MMA Terrence Chan definendolo ininterrottamente  “Moronic Motherfucker”

Per chi non mastica bene l’inglese “moronic” si traduce con “idiota”, mentre motherfucker non credo abbia bisogno di particolari traduzioni.Va detto che la vicenda ha un lieto fine, chi si aspetta una violenta reazione da parte del lottatore, resterà deluso. Tutti in sala si aspetterebbero un calcio volante alla Chuck Norris, uno sganassone alla Bud Spencer, invece Chan, con una calma quasi zen, resta impassibile di fronte alla sequela di insulti ripetuta all’infinito.Il 36enne canadese di Vancouver ha poi dichiarato che preferisce sfogare la rabbia solo sul ring…Il sole sorge e tramonta, il ciclo della vita continua e Phil Hellmuth continua a sbroccare come un bambino capriccioso.Certe cose non cambiano mai, per fortuna aggiungo io! - Marzo Zanini-