Pubblicato il

Sono tantissimi gli ex sportivi professionisti, italiani e non, che una volta terminata la loro carriera decidono di dedicarsi più o meno completamente al gioco del poker. E c'è chi addirittura pianifica questa decisione con largo anticipo.


Quando pensiamo agli sportivi professionisti che amano il poker, ci vengono sempre in mente i soliti nomi: Gianluigi Buffon, Francesco Totti, Rafael Nadal e più recentemente Ronaldo. In realtà in questo caso parliamo di puri testimonial, che per il momento hanno prestato giusto il proprio volto alle principali poker room. Ma c'è un nutrito gruppo di ex atleti che possiamo definire professionisti o semi-professionisti.

I più famosi, per via dei loro trascorsi in Italia, sono sicuramente Vikash Dhorasoo, meteora del Milan di una decina d'anni fa (ma con un passato addirittura in Nazionale) e Thomas Brolin, lo svedese che in coppia con Faustino Asprilla ha fatto grande il Parma di Nevio Scala. Ma a livello di risultati, sono Teddy Sheringham e Tony Cascarino ad aver ottenuto i successi più importanti a livello pokeristico.Boris Becker all'EPT

L'ex bomber del Manchester United frequenta ormai assiduamente i maggiori circuiti live, tanto che alle World Series of Poker è già riuscito ad arrivare in the money. Il più celebre calciatore irlandese, invece, al suo attivo ha una vittoria nello United Kingdom & Ireland Poker Tour e in pochi anni della sua nuova carriera ha già vinto oltre mezzo milione di sterline.

Tornando in Italia, Cristiano Doni, Nicola Ventola, Bobo Vieri e Alessandro Pistone non sono nuovi del tavolo verde, mentre 'Il Pampa' Sosa (ex Udinese) è ormai di casa al Casinò Perla di Nova Gorica. Non solo calciatori, però. Anche l'ex pilota di Formula Uno, Giancarlo Fisichella, è uno che non disdegna qualche sortita nel mondo del poker. E che dire di Boris Becker, il più forte giocatore di tennis che la Germania abbia mai avuto? Lui si che ci dà dentro coi tornei di poker live.

Addirittura, c'è chi è ancora in attività ma vede già il proprio futuro tra carte e chip. Si tratta di Cédric Carrasso, portiere del Bordeaux (squadra francese che milita nella Ligue 1), che recentemente ha dichiarato a una rivista di settore di amare follemente il poker e di essere pronto a diventare un professionista, una volta appesi i guantoni al chiodo. E chissà che non diventi il Buffon del poker.