Pubblicato il

L'americana Elena Stover ha pensato bene di stilare una piccola ma utile guida in cinque punti per i giocatori che si ritrovano delle donne ai tavoli. Ecco cinque consigli da seguire se non volete fare brutte figure e passare per dei cafoni...


Il mondo del poker è caratterizzato da una forte presenza maschile e quando al tavolo live si incontrano delle giocatrici, la situazione diventa sempre un po' particolare. C'è chi si diverte a stuzzicare la sua avversaria, chi è semplicemente contento della bella presenza e chi invece ci va giù pesante con battute o comportamenti. La giocatrice americana Elena Stover (runner-up nell'ultimo Ladies Event PCA) ha voluto mettere giù cinque punti fondamentali di una simpatica guida pensata per gli uomini che non riescono a comportarsi educatamente con le signore. Scopriamo insieme quali sono...


1 - "Hey, tesoro!" Dolcezza, bambola, amore, zuccherino. Gli uomini a volte non si rendono conto che dare nomignoli alle donne è come chiamare il gatto con buffi appellativi. Usare certi termini è una cosa maleducata in qualsiasi luogo pubblico, è una regola sociale da rispettare. Se non sei mio nonno, evita di usare certi nomignoli con me, grazie. I media del poker purtroppo usano spesso le donne come 'accessori'. Se sei un vero gentiluomo, ricordati che le donne al casinò giocano contro di te, sono tue avversarie. Non sono modelle pagate per fare quattro chiacchiere con te. Sono persone vere che vivono nella tua citta, con famiglie, amici, lavori, cervelli e sentimenti.


2 - "Sei qua con il tuo ragazzo?" Questa è una delle domande più comuni che ricevo quando mi siedo ad un tavolo cash game. Perchè dovete chiedere ad una persona sconosciuta qualcosa sulla sua vita privata amorosa? Se una donna si siede accanto a voi in metropolitana, lo fareste? Avete chiesto al tizio vicino a voi se è qui con la moglie? Non siete tenuti a sapere se una donna è in un casinò da sola o con il partner. È normale andare in una room semplicemente con lo scopo di giocare a poker, non serve mica un accompagnatore. Una ragazza non ci va per conoscere potenziali spasimanti, vuole solo giocare e divertirisi. Perciò non trattatela come se foste in un bar per single.


Evitate il flirt

3 - Eccessivo flirting e attenzioni. Come ho appena detto, una ragazza non è ad un tavolo da poker per flirtare o per uno 'speed date'. È lì per lo stesso tuo motico: le piace giocare a carte in maniera competitiva. Non cominciare subito a farle complimenti per capelli, vestiti, ecc... A meno che non siano gli stessi comlimenti che faresti ad un uomo. Inoltre, per favore non fare sempre complimenti appena questa vince una mano. Una delle cose più irritanti nella mia esperienza e vedere gli uomini stupiti quando incontrano una giocatrice vincente, come se le donne dovessero per forza essere scarse a poker.


4 - "Posso ordinarti un drink?" No, non puoi. Ho una pila di chips davanti a me e posso permettermeli da sola. Quando mi capita questa situazione, rifiuto e poi mi sento in difficoltà ad ordinare qualcosa per conto mio, perché l'altro potrebbe offendersi o di nuovo proporsi per pagare. Non offrite mai da bere ad una donna al tavolo, se non fate lo stesso con gli altri giocatori. Se offrite un giro di drink per tutti, allora accetto volentieri!


5- Atteggiamenti da macho. Penso che l'atmosfera da 'club per veri duri' nei casinò e nelle poker room sia il vero motivo per cui le donne non giocano troppo a poker. È un gioco aggressivo ma questo non vuol dire che dovete fare per forza i superduri al tavolo. Tutti si sentono a disagio se lo ate, perfino i dealer e lo staff. Le donnne in particolare. A volta sembra che gli uomini giochino a poker solo per dimostrare di essere i boss, il maschio alfa, attirando le attenzioni delle femmine. Invece ottengono l'effetto contrario...