Pubblicato il da Tiberio "Boss" Redaelli

Sono stati molti i tentativi fatti per far riconoscere il poker come una disciplina sportiva, ma tutti naufragati senza alcun risultato tangibile. Ma come valutano le persone comuni il poker? pensano sia uno sport o un semplice gioco? un sondaggio ha provato a dare una risposta a questa domanda.

 

Spesso torna a circolare una domanda al quale non si riesce a dare una risposta certa: il poker è uno sport oppure no? Più in generale, cosa può essere definito 'sport'? Abbiamo già provato a rispondere altre volte, spiegando che l'elemento dell'attività fisica è essenziale per poter classificare un gioco di carte tra gli sport. Alla fine però conta quello che le persone percepiscono e allora ecco che diventa molto interessante un sondaggio segnalato dal sito Deadspin.

Il sondaggio in questione ha chiesto a diversi partecipanti di fare una cosa molto semplice. In mezzo a 53 diverse attività, i 'giudici' dovevano solo stabilire quali possono essere considerate degli sport e quali no. I risultati sono abbastanza sorprendenti... Il poker infatti si piazza in ultima posizione, con circa il 10% dei votanti che hanno risposto positivamente. Quasi tutti insomma non ritengono che il nostro amato gioco sia uno sport.

Il dato fa riflettere soprattutto se consideriamo quali attività hanno avuto più successo in questo sondaggio. Pensate che davanti al poker si piazzano le 'mangiate competitive' con circa il 15%, poi gli scacchi con il 18%. I videogame sono sopra il 20%, seguiti da pesca e caccia quasi al 30%. Cheerleading e freccette si assestano poco sotto il 40%. Tocca poi al parkour, al biliardo, alle bocce, ecc...

In testa al sondaggio c'è la boxe con il 98% circa. Sono considerati decisamente sport anche lacrosse, pallanuoto, nuoto, ciclismo, wrestling, squash, snowboard, badminton, golf... Si nota insomma come la componente fisica sia molto importante nella considerazione della gente verso gli sport o presunti tali.

Il poker potrebbe essere tranquillamente definito dunque come uno sport della mente alla pari degli scacchi. Ora però dobbiamo capire cosa spinge quel 15% a considerare le gare di cibo un vero sport... Mistero!