Pubblicato il

sklanskyOggi affrontiamo quello che viene chiamato il Teorema Fondamentale del Poker. È stato inventato da David Sklanky, uno dei più importanti teorici del poker in tutte le sue forme e specialità. Andiamo ad analizzare l'enunciato!

Ogni volta che giochi una mano diversamente da come l'avresti giocata se avessi potuto vedere tutte le carte dei tuoi avversari, vincono loro; e ogni volta che giochi la tua mano nello stesso modo in cui avresti giocato se avessi potuto vedere tutte le loro carte, loro perdono. Viceversa, ogni volta che gli avversari giocano le loro mani diversamente da come avrebbero fatto se avessero potuto vedere tutte le tue carte, tu vinci; e ogni volta che giocano le loro mani nello stesso modo in cui avrebbero giocato se avessero potuto vedere tutte le tue carte, tu perdi.»


Come abbiamo già visto per altri teoremi, non dobbiamo commettere l'errore di interpretare il significato alla lettera, aspetto che vale in particolar modo per questo teorema che sembrerebbe piuttosto banale e soprattutto irrealizzabile. Di cosa stiamo parlando quindi? Con queste parole Sklansky intendeva chiarire il concetto fondamentale del poker, ovvero la tecnica della lettura degli avversari.Come si dice spesso, il principiante crede a torto che i giocatori più bravi vincano in quanto bluffano più spesso e meglio dei meno preparati di loro. L'opinione di David è differente. Sul lungo termine vincerà il giocatore che più frequentemente riuscirà ad indovinare, sulla base di indizi imperfetti, il range o ancora meglio la mano specifica del proprio avversario. Quindi ciò che viene portato all'attenzione del giocatore è la capacità di lettura.
 
David Sklansky
David durante Poker After Dark
 
Il giocatore in questione deve anche essere in grado di nascondere al meglio la propria mano rendendosi illeggibile agli occhi dell'avversario facendo in modo che sia l'avversario a dover giocare "le loro mani diversamente da come avrebbero fatto se avessero potuto vedere tutte le tue carte". In altre parole, al tavolo da poker, sul lungo termine vincerà chi fa meno errori di valutazione. Il teorema fondamentale del poker è però valido solo per i piatti giocati contro un solo avversario. Nei piatti multiway entra in gioco la Collusione Implicita. Ma di questo parleremo del prossimo articolo quando analizzeremo il Teorema di Morton.
 
scritto da Luca 'ilFilosofo' Barbi