Pubblicato il da Tiberio "Boss" Redaelli

vivere di poker fra gioie e doloriPiw ha il piacere di presentare "Vivere di poker fra gioie e dolori" una guida in cinque capitoli scritta da Ykin83, che ha preso spunto per realizzarla da un articolo di lucioM, uno dei piu famosi e forti giocatori di head's up italiani.





Questa "mini guida" e' suddivisa in sei punti fondamentali, che aiuteranno i giocatori di poker a capire appieno le grandi possibilita' che questa professione puo' portare, ma anche i "pericoli" e il grande "stress" che il giocatore di poker professionista deve saper affrontare per "Vivere di poker"



I Sei punti che verranno analizzati sono:


1) Giocatore di poker= imprenditore di se stesso

2) Aspetto emotivo/mindset

3) Aspetto sociale (rapporto con la società)

4) Il tempo

5) Soldi - Investimenti/Pensione



Omahapoker

Nella vita di un giocatore di poker le carte sono indispensabili.



Iniziamo ora ad affrontare i sei punti partende dal Capitolo 1:  Giocatore di poker= imprenditore di se stesso


In questo articolo mettero il luce le difficolta che si incontrano scegliendo di fare del poker il proprio lavoro,i sacrifici,il mindset e tutto quello che ce dietro il solo poker giocato.
 
Partiamo dall'inizio
 
Giocatore di poker= imprenditore di se stesso

 
Dico che il giocatore di poker è molto simile ad un imprenditore, in quanto purtroppo accade (e neanche tanto raramente) di giocare per ore, giorni o intere settimane, ma invece di guadagnare soldi, ne perdiamo.



ykin83 il capitano del team powerpoker.it

Domenico de dato in arte Ykin83 capitano del team powerpoker



Normalmente questo succede solo a chi non ha uno stipendio fisso da attivita' dipendente, ma appunto succede a chi investe in attivita commerciali, o lavora in proprio con la partita iva. Per questo dico che il lavoro del giocatore di poker non è adatto a tutti,  in quanto se si ha solo questo come reddito bisogna essere pronti a sopportare settimane/mesi in cui non solo non guadagneremo soldi ma ne perderemo.


Quindi questo lavoro è adatto comunque a chi avrebbe scelto di fare un lavoro non a reddito fisso, ma con variabile dettate dal proprio impegno e da alcune piccole coincidenze.



poker e grinder

Una postazione di lavoro per un giocatore professionista



Bisogna anche considerare,che in Italia questo lavoro è visto ancora male, in quanto non sono passati anni ,e non si puo vedere un percorso gia fatto da qualcun'altro per poter avere dei metodi di paragone, per questo dobbiamo considerarci dei nuovi imprenditori.


Nel prossimo capitolo andremo ad analizzare invece gli aspetti emotivi che vanno ad influire ed influenzare la nostra carriera di giocatori di poker professionisti e cerchero' di darvi dei consigli che possano servire a controllare queste difficolta'.


Spero che il pezzo vi sia piaciuto,ykin83theking capitano del team di powerpoker


:bannerpower200: