Pubblicato il

La scorsa settimana durante l'Estrellas Poker Tour si è verificato un episodio tragicomico, che ha visto protagonista il pro britannico Dale Philip. Durante la partita Spagna-Olanda il gol dell'1 a 1 ha scatenato in lui un'esultanza scomposta...


Leggetevi questa storia che arriva direttamente da Marbella, perché è davvero esilarante. Lo scorso weekend si è svolto nella località spagnola una tappa dell'Estrellas Poker Tour, dove erano impegnati tra l'altro anche alcuni italiani. La maggior parte dei players ovviamente era spagnola e così quando in TV veniva trasmessa la partita dei mondiali tra Spagna e Olanda, il tifo era quasi tutto per i campioni del mondo in carica. Qualcuno però è scoppiato in un'esultanza poco carina dopo lo strepitoso gol di Robin Van Persie che ha pareggiato i conti, precedendo la goleada degli 'orange'...


Questo tifoso un tantino sconsiderato era il britannico Dale Philip, professionista sotto contratto con PokerStars. Bustato da poco in flip dal torneo. Dale ha cominciato a esultare in faccia agli spagnoli, ripetendo più volte acluni gestacci. Tutto è stato documentato con un video e a quanto su Twitter i presenti hanno cominciato a insultare Philip, evitando però di confrontarsi di persona... Ecco il filmato del fattaccio:



Sui social si è acceso un dibattito sul comportamento di Philip, che ha avuto una discussione accesa con il giornalista Alex Hernando di PokerRed. Qualche giorno dopo è arrivata la notizia che molti auspicavano... Philip è partito per un viaggio in Asia e gli è arrivata una mail che preannunciava il licenziamento da parte di PokerStars. Alcuni hanno fatto i complimenti alla room, altri invece hanno mostrato solidarietà per Philip.


Il pro (o ex pro) ha voluto raccontare tutto con un lungo post sul suo blog. Philip ha spiegato di essere un grande tifoso dell'Olanda, anche se non è la sua nazione. Quattro anni fa era perfino in Sudafrica a seguire una partita degli olandesi ai mondiali e ha anche postato una foto per dimostrarlo. Lui insomma la sentiva molto questa rivincita dopo la finale decisa nel 2010 dal gol di Iniesta.


Dale ha ammesso di aver esagerato un tantino con l'esultanza a Marbella, ma non ritiene di aver offeso nessuno. Secondo lui c'è stato un fraintendimento di tipo culturale, perchè dalle sue parti quel gesto non è considerato in maniera così negativa... Dale rivendica una cultura sportiva molto più evoluta da parte dei britannici, che durante la partita non tendono a freno la lingua ma poi sono tutti amici come prima.