Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Sheldon Adelson, imprenditore statunitense, proprietario e fondatore dei casinò Las Vegas Sands, approdati fino nella remota Macao, è finito nel mirino di tanti giocatori di texas hold’em, in quanto per lui poker e anche i Daily Fantasy Sport sono gioco d’azzardo.


Di recente il magnante americano aveva affermato: “Certe persone affermano che il poker non è un gioco d’azzardo, ma se il poker è il gioco d’azzardo. E’ assurdo pensare che sia abilità un gioco in cui ci sono giocatori attorno ad un tavolo e un dealer che mischia un mazzo di carte sulle quali non si ha controllo, dato che vengono distribuite casualmente. Non c’è nessun controllo. Va bene, qualcuno può bluffare, altri giocare meglio, ma questo non rende il poker un gioco d’abilità”.


Parole dure rivolte alla comunità del poker da parte di Sheldon Adelson, che secondo Forbes è la 23esima persona più ricca al mondo, con un patrimonio stimato di circa 26 miliardi di dollari. Il suo pensiero ha attirato ovviamente le antipatie di molti poker pro, uno su tutti Brian Rast.


Il giocatore statunitense ha attaccato il magnante americano su Twitter, chiamando in causa anche altri giocatori. “Hey Jason Mercier, perché non invitiamo Adelson a giocare una lunga maratona di poker dal buy-in di 500K? Scommette che finirà in perdita”, scrive Brian Rast.


Il recente vincitore dell’evento WSOP Championship poi continua e si rivolge al diretto interessato del suo attacco: “Hey Sheldon, come va? Il poker è un gioco d’abilità. Non mi credi? Sei un miliardario, io di certo no. Giochiamo un heads-up da 2 milioni a testa”. “Anzi - continua - facciamo Sheldon che ti pago 500 dollari per giocare con 100 bb un freezout per 2 milioni, se il poker non è un gioco d’abilità puoi guadagnarci e dimostrami che mi sbaglio”. “Computers - spiega - possono battere i top players di chess e gammon, ma no nel poker. Nessuno discute se gli scacchi sono un gioco d’abilità o meno. Sheldon e gli altri sono ignoranti".


Conclude il suo sfogo con un ultimo post indirizzato al fondatore dei casinò Las Vegas Sands: “Sheldon non perdere seriamente le mie parole. Preferisco batterti e vincere tanti soldi da te. Come ho detto prima ti pago per giocare contro di me. Vieni da me pesciolino…”. Ci sarà mai una risposta da parte di Adelson? Leggerà mai tali post? Difficile.