Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Il protagonista di questa storia come sempre è lui, l’attaccabrighe Doug Polk, che da quando ha aperto un suo canale YouTube, ha iniziato a dirle di cotte e di crude sul conto dei più noti e forti giocatori di poker, e di recente è tornato a prendersela con Tom Dwan.


Eh, già. Iniziamo proprio dall’ultima scusa rivolta nei confronti di Tom Dwan da parte di quel ‘chiacchierone’ di Doug Polk. Dwan è uno dei bersagli preferiti di “WCGRider”, che già di recente l’aveva attaccato sulla ‘Durrrr Challenge’, sfida come sappiamo iniziata diversi anni fa e mai portata a termine. Ma questa volta Doug Polk attacca Tom Dwan per altri motivi.


Il suo ultimissimo video, pubblicato su YouTube, non a caso è intitolato “Has Tom Dwan Scammed Again?”. Una domanda che riporta indietro nel tempo, a quando Haralabos Voulgaris, uno degli scommettitori più vincenti al mondo, dichiarò che c’era un giocatori di poker (assai noto) che gli doveva una cifra superiore al milione di dollari. In molti sospettarono di Tom Dwan, già all’epoca, lo stesso Doug Polk sospettò di lui, e di recente pare abbia avuto una mezza conferma.


Subito dopo lo scottante tweet scritto in bacheca da Haralabos Voulgaris, Doug Polk non ha avuti più dubbi su chi fosse il misterioso poker pro indebitato con il noto scommettitore, tanto da farci subito un video, pubblicandolo sul suo canale. Il tweet scritto da Voulgaris recita: “Tom Dwan sto provando a conttatarti (sono sicuro che tu sai il motivo), puoi inviarmi i tuoi corretti contatti?”. Certo Doug Polk non è certo che ci sia Tom Dwan dietro alla storia del debito di oltre un milione, ma facendo due più due, tutte gli indizi conducono a lui, conclude nel vlog.

Doug PolkMa cambiamo storia ma restiamo a parlare dello stesso personaggio, ovvero Doug Polk. Si perché anche quando non parla, lui cetra sempre. Questa volta a tirarlo in ballo è Luke Schwartz nel podcast di Joe Ingram. Il player inglese sostiene che da quando i due si sfidarono in un heads-up, dove lui chiuse in profitto di 60mila, Doug ha iniziato a darli addosso, accusandolo di cose non vere.


Per Luke Schwartz a Doug Polk quella sconfitta non è mai andata giù e si è vendicato, si continua a vendicare di lui screditandolo ogni volta che può. Più di ogni altra cosa a Luke ha dato fastidio quando lo statunitense ha messo in giro la voce che lui fu costretto a vendersi la casa per poter continuare a giocare agli high stakes. Cosa non vera, anzi Luke dice di essersi appena comprato un'altra casa di recente. Ma è toccando proprio quest’argomento che Luke Schwartz dice: “Se continua a dire falsità sul mio conto, quest’estate a Las Vegas lo prenderò a schiaffi”. Conclude lanciandoli una sfida (non sul ring) a tavolo da poker. Ora non bisogna altro che aspettare l’imminente replica di Doug Polk, che non mancherà ad arrivare.


Sei pronto a giocare sul Sisal Poker? Ti aspetta un welcome bonus del 100% dell'importo della tua ricarica, fino ad un massimo di 1.000 euro, e 10 euro gratis se depositi almeno 50 euro.