Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Le ‘Bad Beats’? il tormento di ogni giocatore di poker. Che tu sia un veterano del gioco oppure un novellino, senza alcun dubbio ti sarà capitato spesso di andare su tutte le furie per aver subito una serie infinte di mani sfortunate.


Le bad beats sono forse una delle prime cause dei nostri tilt, che ci fanno giocare male e quindi continuare a perdere. Purtroppo contro queste mani sfortunate nulla si può fare, fanno parte del gioco, e spesso capitano a raffica. L’unica cosa possibile da fare è gestirle nel modo migliore, e a tal proposito Daniel Negreanu conosce qulache utile consiglio.


Il poker player canadese ha infatti pubblicato un nuovo video sul proprio canale YouTube dove parla appunta di Bad Beats e di come gestirle al meglio. Una ricetta spiegata in tre punti:


1 Non fare la vittima. Daniel Negreanu spiega che non ha alcun senso lamentarsi se ci hanno scoppiato gli assi o i kappa. Non è quello il punto dove bisogna focalizzarsi. Piuttosto, il pro canadese, ci spiega che sono altre le riflessioni che dovremmo fare, ad esempio chiederci come siamo arrivati ad avere appena 17 bui, quando siamo partiti con 100 big blind. Una volta analizzato tutto il nostro torneo, e la mano stessa in questione, con cui siamo stati scoppiati, una volta fatto ciò, se ci rendiamo conto di non aver sbagliato nulla, ma di aver preso tutte le decisioni nella maniera corretta, dobbiamo smettere di piangerci addosso e voltare subito pagina, lasciarci alle spalle quella mano e ripartire. Sopratutto. dobbiamo abbandonare l’idea che la sfortuna ci sta perseguitando, purtroppo accadrà sempre che nel poker avremo dei periodi neri di ‘bad luck’.

Daniel Negreanu, vinti in carriera oltre 30 milioni di dollari2 Il secondo punto potrà sembrare strano, ma Daniel consiglia una tecnica 'bizzarra'... ovvero fare tre profondi respiri dopo una bad beat. Questo può esservi utile, una tecnica che Daniel ricorda essere usata anche dalle persone che lavorano in colossi come Google o Facebook. Sembrerà assurdo, ma può aiutare sostiene il pro di PokerStars.


3 Terzo e ultimo punto: ‘Parlare a se stessi e focalizzari sul Presente’. Danielino consiglia subito dopo una bad beat di fermarsi a parlare a se stessi, identificando quali sono in quel momento i tuoi stati d’animo: rabbia, tachicardia, frustrazione, eccetera. Fatto ciò decidere del ‘Presente’, ovvero in che modo vuoi tornare al tavolo, se essere rilassato, concentrato, determinato, eccetera. Una lavoro doppiamente difficile se nella bad beat in questione abbiamo noi commesso un errore; qui dobbiamo essere dunque anche bravi a saper riconoscere i nostri errori. Per Danielino è un lavoro che fa fatto, che può aiutarci a dimenticare in fretta il colpo appena subito, voltando subito pagina.


Ovviamente ciò non significa che seguendo i consigli di Daniel Negreanu da domani non ci capiteranno più delle Bad Beats, ma almeno saremo in grado di gestirle nel migliore dei modi, per così ripartire al tavolo concentrati e focalizzati. Un discorso che per il campione canadese vale non solo per il poker, ma nella vita in generale. E allora... sotto con i tre respiri profondi.



Sei pronto a giocare su PokerStars? Ti aspetta un bonus primo deposito del 100% dell'importo della tua ricarica fino ad un massimo di 1.000 euro. Per ottenere il bonus, ti sarà sufficiente giocare e raccogliere un numero di VIP Player Points (VPP) pari a 25 volte l’importo del bonus in euro.