Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Era forse il giocatore più atteso in questo ritorno del Poker After Dark, e Tom Dwan non ha deluso le aspettative dei suoi fan. Nelle prime due giornate è stato il protagonista assoluto, vincendo due monster pot da circa 700,000 dollari e 600,000 dollari.


Il 14 agosto è tornato in onda lo storico programma della NBC, il seguitiamo Poker After Dark. Un ritorno atteso sei anni. Tanti i campioni di ieri e di oggi che si sono dati battaglia in queste primi due giorni, fra cui spiccano i nomi di Doyle Brunson, Daniel Negreanu e ovviamente Tom Dwan.

Tom Dwan era il più atteso, dato che il fenomeno dell’online in questi ultimi anni, per scelta, è stato lontano dalle luci dei riflettori, concentrandosi a fare a pezzi ricchi uomini d’affari asiatici in partite cash game in località come Manila o Macao.

E questa sua assenza ha portato alla nascita di tante ‘chiacchiere’, e molti hanno insinuato che fosse andato broke, ma nulla di ciò era vero e Tom Dwan l’ha anche dimostrato in questi giorni andando in onda su Poker After Dark. Dimostrando a tutti che non ha dimenticato come si fa a vincere ai tavoli di poker cash game.

Daniel Negreanu riflette su cosa fare con QQ
Daniel Negreanu riflette su cosa fare con QQ

Lo statunitense, ex fenomeno dell’online ai tempi di Full Tilt, è stato infatti il dominatore assoluto dei primi due giorni, vincendo due incredibili pot da circa 700,000 dollari e 600,000 dollari per un totale di 1,303,100 dollari. Ecco come sono andate le due mani vinta da Tom Dwan:

Il pot più grande è stato vinto contro Antonio Esfandiari. Quest’ultimo con KK apre il gioca da utg (bui 200$/400$). Daniel Negreanu 3-betta sul bottone con QQ e Tom Dwan con AA ne mette 14mila nel piatto.

Esfandiari spinge fino a 41,100, Negreanu chiama e Tom push per 328mila dollari circa. Antonio Esfandiari chiama, mentre Daniel Negreanu decide di togliersi dai guai e passa. Il pot sfiora i settecento mila dollari e raggiunge la somma di 697,100 dollari. Si opta per girare due board, ma nessuno è utile ad Esfandiari.

Passiamo al pot da 600mila dollari circa. Qui Andrew Robl opta per uno straddle da utg. Bill Klein con Q3 apre a 3mila dollari. Solo Dwan chiama con 22. Flop 2Q5. Klein punta 3mila nuovamente e Dwan rilancia a 13mila. Call. Turn 3. Check di Klein e bet di Dwan fino a 21mila. Raise di Klein a 65mila e 3-bet di Tom fino a 166mila. All-in per Klein che push nel mezzo 222mila e call. Board non regala sorprese e Tom vince altri 606,000 dollari.