Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Dopo lo show di Tom Dwan nelle prime due giornate, nel Day 3 del Poker After Dark è Matt Kirk a finire sotto la luce dei riflettori. L’australiano ha infatti vinto un piatto da quasi 1 milione di dollari, $979,600 per l’esattezza, contro un sfortunato Bill Klein.


Nonostante sia stato Andrew Robl a terminare il day 3 del Poker After Dark con più chips di tutti davanti a sé, quasi $1,6 milioni, è l’australiano Matt Kirk, che ha terminato la sessione come il secondo giocatore più vincente della serata, a rubare la scena a tutti vincendo un pot da quasi 1 milione di dollari.

Nella mano da 1 milione di dollari abbiamo un doppio straddle, con Matt Kirk che piazza davanti $800 e Tom Dwan $1,600. Inizia il gioco e Roberts con 98s rilancia a $5,000 e Bill Klein 3-betta con AA fino a $14,000. A chiamare sono Roberts e Kirk.

Flop 454 - Klein betta $30,000 e Kirk rilancia fino a $75,000 con A4. Fold di Roberts, mentre Klein 3-betta fino a $175,000. A questo punto Kirk opta solo per un call.

Turn 2 - Klein manda la vasca e Kirk chiama all’istante. Il primo gira AA, il secondo A4. Al river casca un 9 e Matt Kirk raccoglie dal mezzo ben $979,600.

Nella mano vinta contro Tom Dwan, sono in tre a piazzare lo straddle: Bellande ($800), Kirk ($1,600) e Dwan ($3,200). Folda tutto il tavolo, compreso Bellande, e la parola torna a Kirk che con KK rilancia fino a $10,000. Tom con AQ contro rilancia fino a $30,000 ma subisce l’all-in dell’australiano. Lo statunitense chiama. Vengono girati due board, ma entrambi sono a favore di Kirk che raccoglie un piatto da $469,600.