Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Dei più forti e vincenti giocatori di poker conosciamo quasi sempre sempre e solo le loro vittorie, difficilmente si mettono infatti nudo, raccontando, come ha fatto Sorel Mizzi, di gamblate finite male. Il canadese invece di recente l’ha fatto, confessando di aver provato a vincere 100K alla roulette solo per giocare un torneo High Roller.


Ovviamente quando sei un giocatore di poker, e passi tanto tempo all’interno dei casinò, è quasi matematicamente impossible che la voglia di gamblare alla roulette o al blackjack, non ti assalga. E ne avrebbero da raccontare i più forti giocatori di poker, al di fuori delle puntate effettuate ai tavoli dei tornei di Texas Hold’em.

Ed è proprio quello che ha fatto Sorel Mizzi durante un recente podcast con Joe Ingram, dove gli ha raccontato di aver provato a trasformare 20mila sterline in 100mila sterline solo per iscriversi ad un torneo di poker High Roller. Come è finita?

Sorel Mizzi racconta che l’episodio risale a qualche anno fa, durante l’EPT di Londra, dove era in programma un evento da 100mila sterline. Quel torneo in realtà il canadese lo giocò, venendo però eliminato subito al Day 1. Tuttavia, quel torneo Sorel voleva giocarlo, voleva iscriversi al Day 2, ma come fare con soli 20mila sterline nelle tasche?


(Casinò Notizie: miliardario brasiliano punta 100K sul numero 32 alla roulette e… il video è virale!)

La riposta fu presto trovata al tavolo della roulette. Arrivò al tavolo con 20mila sterline con l’obiettivo di arrivare a 100mila sterline, per poi fare re-entry nel torneo High Roller. Una vera gamblata, che però all’inizio pareva funzionare, dato che Sorel Mizzi arrivò a vincere ben 96mila sterline.

Sorel racconta ancora che era ormai convinto di farcela, utilizzando il metodo Martingale fino alla cifra desiderata. Appena 4mila sterline, eppure… perse tutto. E ancora oggi si chiede come sia potuto succedere. “Una delle sensazioni più devastanti della mia vita - racconta Sorel - ed è di certo la storia più folle che possa raccontare che riguarda il gioco d’azzardo”.

Questa storia però non finisce qui, poiché Sorel racconta che dopo essersi allontana dal tavolo della roulette, mettendosi una mano in tasca, scoprì di avere una chips da 5mila sterline. Insomma aveva continuato a giocare senza sapere che aveva raggiunto il suo obiettivo, e anche superato di mille sterline.

In realtà, un’altra soluzione per giocare il torneo non bruciando le 96mila sterline c’era, e giustamente Ingram glielo fa notare: “Perché non chiedere un prestito o vendere quote?”. Sorel Mizzi gli risponde: “La mia idea era precisa. Investire e gamblare 20mila, per poi iscrivermi al torneo e vendere action. Avrei freerollato il torneo. Volevo tenere tutta l’action alla roulette per me, e vendere quasi tutta l’action del torneo. Mi è andata male”. Magari la prossima volta andrà meglio Sorel.