Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Questa settimana il Poker After Dark è tornano in onda con un format assolutamente innovativo, gli “High Stakes Hybrid”. Una fusione fra il cash game e i tornei. Una novità che ha messo a suo agio Dan Shak, protagonista assoluto della prima serata, mentre Doug Polk…


Il nuovo formato ideato dagli organizzatori del Poker After Dark è in pratica una partita cash game freezout senza la possibilità di fare rebuy, ovvero: si gioca cash game, ognuno inizia con 100mila dollari, e si parte con bui $200/$400, che nel corso della giornata aumenteranno proprio come si stesse giocando un torneo.

I protagonisti del tavolo nella prima di tre giornata High Stakes Hybrid sono stati: Doug Polk, Jason Koon, Mike Baxter, Lauren Roberts, Brandon Steven e Dan Shak. E proprio quest’ultimo ha chiuso la partita con il miglior profitto.

Dan Shak in questa prima giornata, su tre previste, ha chiuso con un profit di +$135,800. Un buon bottino, vinto anche grazie alla guerra di bui vinta contro Brandon Steven. Ecco la mano:

Dallo mal blinda Brandon Steven chiama preflop con 9-7. Dan check dal big con 10-8. Al flop 6-7-2. Steven betta 1,000 dollari e Shak chiama. Turn 9. Altra puntata per Steven, questa volta mettendo nel piatto 3,000 dollari. Altro call. River K. Doppia contro scala. Steven checka, Shak betta 6.000 dollari. Steven rilancia a 14,000 dollari e Dan arriva fino a 35,000 dollari. Call e muck per Steven.



Nella seconda giornata Doug Polk non ha avuto molta fortuna, dato che prima ha perso un piatto da 158mila dollari contro Brandon Steven, all-in pre flop AA - KK con kappa al flop, e poi finisce ai resti al flop contro Jason Koon, QQ - AA, per un piatto da 371,400 dollari. Di seguito i video di entrambe le mani che hanno messo ko Doug Polk.