Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

In uno dei suoi ultimi video caricati sul suo ormai noto canale YouTube, Doug Polk analizza una mano giocata di recente alle WSOP Europe 2017 nell’evento High Roller for Onde Drop da 132mila dollari di buy-in, tra Maning Loeser e Gus Hansen.


Questa volta Doug Polk ha caricato sul suo canale YouTube una mano giocata dal pro tedesco Maning Loeser, altro fenomeno live uscito dalla scuola tedesca, vs Gus Hansen, noto per la sua reputazione super aggressive.

La mano inizia con Loeser che apre il gioco con A5 a fiori rilanciando dal bottone a 45mila su bui 8K-16K ante 2K. Nello small blind c’è il fold dell’ex tennista Becker, mentre nel big blind Gus Hansen decide per il call con 97 di quadri.

Per Doug Polk aprire con qualsiasi Asso, che sia suited o meno, è una soluzione corretta, come il call di Gus, anche se un rilancio dell'ex Red Pro danese non sarebbe stato un errore, specialmente contro giocatori aggressivi che dal bottone aprono con un range di mani molto ampio.

Doug Polk al tavolo con Phil Hellmuth
Doug Polk al tavolo con Phil Hellmuth

Pot 112K - Flop 63T rainbow

Gus checka-chiama il bet di Maning a 45mila. Per Doug il bet del tedesco non è errato, ma lui personalmente preferirebbe chekckare dietro su showdown così deboli, ma mixare, e a volte bettare, non è del tutto sbagliato, così come il check di Gus Hansen che ha trovato una scala ad incastro e 3/5 di colore.

Tuttavia, Doug, con 97suited preferirebbe fare un check-raise, e in caso di 3-bet foldare, poiché, dopo tutto, non sarebbe la fine del mondo passare. Ma se siamo dei giocatori che fanno tale mossa troppo spesso, andremo a rappresentate solo una grande quantità di buone mani, che non hanno centrato nessun punto a terra, e non possiamo bluffare poi così spesso. Ora vediamo il turn.

Pot 202K - Turn 3 quadri

Gus questa volta punta 101mila. Call del tedesco. Il danese trova il flash draw ed ha senso uscire puntando. E’ possibile rappresentare un 3, dato che dal grande buio Hansen avrebbe potuto difendere con un ampio range di mani che comprendono anche un 3. Il call del tedesco è invece meno gradito da Doug Polk, che preferirebbe il fold, anche contro un giocatore aggressivo come Gus. Non sarebbe un errore. Via con il river.

Pot 404K - River A quadri

Gus punta 315mila e trova il call. Peggior river possibile. Gus qui ha due opzione: Value o Trap. Ora, nel poker ci dicono che quando si ha una mano bisogna uscire puntando, questo perché in caso contrario non aumentate il piatto. Allora, di solito, i buoni giocatori, quando centrano una mano puntano per massimizzare e vincere di più. Per quanto riguarda Loeser, a questo punto non può più mollare il colpo. Ma a voi l'ultimo commento sulla mano giocata da questi due campioni.