Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Sono sempre in fase di studio nuovi scenari per i tornei di poker, nel tentativo di rendere l’esperienza di gioco sempre più piacevole. Daniel Negreanu ad esempio di recente ha affermato che l’introduzione dell’ante per il big blind sarebbe una soluzione.


“La prossima evoluzione per i tornei di poker sarà l’introduzione dell'ante per il Big Blind… Questo renderebbe il gioco più efficiente e si giocherebbe almeno il 10% di mani in più in un’ora di gioco”. Questo il pensierino scritto su Twitter dal pro canadese Daniel Negreanu.

E fra i primi a rispondere all’idea di Danielino il nostro Mustapha Kanit, decisamente contrario a tale variante, ma non del tutto contrario all’idea di introdurre ante: “Preferisco ante per il bottone. Con ante sul BB cambia davvero tanto se sei in posizione utg/1”.

Daniel rassicura poi l’azzurro che l’esperimento è già stato fatto e che il gioco non cambia poi così tanto. Dopo tutto non è un ‘big deal’ in entrambe le soluzioni, afferma inoltre il canadese. Musta però risponde di aver giocato in entrambe le situazioni, btn e bb ante, e afferma chein una situazione di short stack cambia tanto.

Mustapha Kanit
Mustapha Kanit

Nella conversazione si introduce anche Maurice Hawkins, che ricorda a Daniel: “Cambia la dinamica totale del torneo. E con quale rate dovrebbe le persone dovrebbero difendere il big blind? Non penso che tu abbia pensato a questo”.

Negreanu risponde che per un anno hanno provato tale format e la percentuale di difesa del grande buio non cambia. Solo i push dall’utg cambiano leggermente. “Quando proverai vedrai. ? molto meglio. Credimi”. Maurice ovviamente contro il giocatore più vincente di sempre nei tornei di poker live ha alzato le mani: “Beh, tu sei una leggenda. Quindi prenderò per buone le tue parole”.

E a voi l’idea di Daniel Negreanu piace, o siete d’accordo con Kanit.