Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Dopo un’assenza prolungata dalle scene, di recente il player danese Gus Hansen, in grado di vincere oltre 10 milioni di dollari live, è tornato sulle scene e ai microfoni del World Poker Tour, circuito dove ha trionfato ben tre volte, ha confessato di essere tornato a pieno regime.


La carriera di Gus Hansen, soprannominato nel tempo “The Great Dane”, inizia nel lontano 2002 con trionfo spettacolare al Five Diamond Poker Classic, incassando 556,460 dollari. Da allora le vittoria si sono susseguite anno dopo anno ed è diventato sopratutto un giocatore simbolo del WPT, arrivando a vincere ben tre Main Event, in pochi hanno centrato le stesse vittorie, nessuno ha fatto meglio.

Nel tempo è arrivato ad essere il secondo giocatore danese più vincente di sempre, ed oggi vanta vincite nel live per oltre dieci milioni di dollari. Tuttavia, l’ultimo suo ITM (dati Hendonmob) risale al 2014. Negli ultimi anni infatti è spartito dalle scene, ma a quanto pare ora è tornato e ha tutta l’intenzione di tornare a mettere KO i suoi avversari al tavolo.


Doug Polk analizza mano giocata da Gus Hansen al One Drop

Un ritorno al poker già avvenuto, dato che il danese ha partecipato al WPT Five Diamond. E a margine dell’evento ha rilasciato alcune dichiarazione agli organizzatori del World Poker Tour, affermando che: “Negli ultimi cinque anni ha abbandonato la scene. Forse senza un reale motivo, dato che ho giocato il One Drop e mi sono divertito tanto, anche se è andata male, uscendo ad un passo dai premi, che non è certamente divertente. Ma penso di aver giocato bene, ovviamente commettendo qualche errore, ma ne commettiamo tutti”.

E in questa sua senza i giocatori nel frattempo sono diventati sempre più competitiva al tavolo, come ammette lo stesso Gus: “Una volta potevi incrociare tanti Bad Player al tavolo. Ora i cosiddetti Bad Player ti mettono sotto pressione, ti rilanciano, fa diversi tipi di giocate, è decisamente più difficile”.

Ovviamente però da questo non è spaventato e sta lavorando duro per tornare ad essere il player vincente di un tempo: “Ora devo tornare in carreggiata. Ora che ho giocato il One Drop e altri eventi negli ultimi mesi, sto prendendo piano piano il ritmo e il prossimo anno giocherò decimare di più”. The Great Dane è tornato, tremate.