Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Perché chi più di dieci anni fa ha iniziato ad innamorarsi del poker, del texas hold’em, parliamo di quando ancora non esistevano le .it, sicuramente fra i vostri idoli, oltre ai soliti Negreanu, Ivey o Hellmuth, forse vi era anche lui, il finlandese dallo sguardo di ghiaccio, Patrick Antonius.


Potremmo definirlo il Phil Ivey europeo, poiché al tavolo, come il suo collega statunitense, il Tiger Woods del Poker, non ha emozioni in volto che possano tradirlo. Questa sua freddezza gli ha permesso così di vincere in carriera, ai tavoli live, oltre sette milioni di dollari, ad oggi il giocatore finlandese più vincente di sempre.

Non ha mai vinto un braccialetto WSOP o un titolo WPT, in compenso nel 2005 si aggiudico un EPT, giocato a Baden, Austria, dove incassò un premio da 343mila dollari circa. Il suo miglior risultato in carriera è però il secondo posto ottenuto in Australia alle Aussie Millions, nell’evento $250,000 Challenge, dove vinse $1,235,369. Per la cronaca, a vincere fu proprio Phil Ivey. L’anno dopo arrivò anche terzo al Main dell’Aussie Millions, vincendo 633mila dollari.

Patrick Antonius, però, oltre ad essere un ottimo giocatore live, è sempre stato uno dei più forti, e lo è certamente ancora ora, uno dei più forti cash gamer, specializzato nella variante Pot Limit Omaha. Le sue sfida ai tavoli nosebleed di Full Tilt, contro i più forti player online di tutti i tempi non le dimenticheremo mai. Nel 2009 non a caso vinse il piatto più grande nella storia del cash game online, ben $1,356,946, contro un altro fenomeno come Viktor Blom, che all’epoca si nascondeva ancora dietro al nickname Isildur1.

Patrick Antonius vince il Super High Roller 25K giocato al partypoker MILLIONS Germany
Patrick Antonius vince il Super High Roller 25K giocato al partypoker MILLIONS Germany

Poi però arrivò il Black Friday e lo scandalo Full Tilt, era il 2011. Da lì in poi le apparizione online di Patrick Antonius diminuirono sempre più, come anche quelle live. Lo scorso anno appena una bandierina, nel 2016 zero, nel 2015 ancora solo una. Certo, il poker di recente ha avuto meno stazione nella vita di Patrick, e non solo per lo scandalo Full Tilt, dove era parte del Team Pro, ma negli ultimi tempi si è anche dedicato maggiormente alla sua famiglia. Il finlandese è infatti sposato con Maya Geller, probabilmente conosciuta ai tavoli, con cui ha due figli, e insieme vivono a Montecarlo. Non a caso le ultime sue due bandierine live, del 2017 e 2015, Patrick le ha centrate all’EPT di Barcellona e al PSC di Montecarlo. Insomma tornei a due passi da casa sua.

Di recente però si è spinto fino a Rozvadov, Repubblica Ceca, per prendere parte al partypoker MILLIONS Germany. Qui è anche tornato alla vittoria trionfando nell’evento Super High Roller da 25mila euro, vincendo 435mila euro. Ha poi sfiorato la doppietta nel Super High Roller da 50mila euro, approdato al tavolo finale ma out prima della sesta posizione. Evento vinto da Chin Zhang sul nostro Mustapha Kanit.

Bandierine a parte, dietro a questa sua apparizione al partypoker MILLIONS Germany, potrebbe nascondersi una sponsorizzazione in vista, dato che gli stessi organizzatori del festival, a gennaio scorso hanno postato su Twitter una sua foto dove confermavano la sua presenza in terra ceca. Certo questo non vuol dir nulla, ma avere nel proprio Team Pro un talento come Patrick Antonius potrebbe far gola a molti, e questo innocente post potrebbe essere una prova, che il Team Pro di partypoker, dove troviamo nomi del calibro di Fedor Holz, Sam Trickett e Dzmitry Urbanovich, solo per citarne alcuni, potrebbe a breve aprire le porta anche al finlandese Patrick Antonius, che forse ha deciso di tornare a fare il poker player tutto l’anno. La famiglia capirà, specialmente se i risultati saranno come quelli messi a segno nel recente partytpoker MILLIONS Germany.