Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Difficile credere che giocatori che in carriera vincono migliaia di dollari possano ritrovarsi un giorno con pochi “centesimi” fra le mani. Eppure a volte un periodo poco fortunato o semplicemente scelte sbagliate posso portarti alla “bancarotta”. L'importante è saper tornare in pista.


Uscire dai periodi bui si può e per farlo c’è bisogno di non perdere la testa, ma restare calmi e ragionare, per trovare un modo di poter tornare in vetta. Un atteggiamento che Tony Dunst ha saputo applicare alla perfezione in questi anni post Black Friday.

Eh già, uno dei più forti giocatori di poker online pre Black Friday, Tony Dunst, o meglio ‘bond18’, dopo quel maledetto venerdì nero del 2012 si è ritrovato con soli 5mila dollari tasca. Lo statunitense a differenza di molti altri suoi colleghi non scelse di volare all’estero per continuare a giocare online, una scelta che si subito rivelata errata, poiché live non ha subito saputo raggiunge gli stessi risultati ottenuti in rete. Come lui stesso ha raccontato di recente in un’intervista per SoMuchPoker.

Black Friday, una data che molti giocatori italiani non dimenticheranno mai: non sono stai mai rimborsati
Black Friday, una data che molti giocatori italiani non dimenticheranno mai: non sono stai mai rimborsati

Gioca a poker dal 2002, prima del boom Moneymaker. E in tutti questi anni la cosa che mi rende più fiero, non sono i miei successi, bensì, quando persi tutto dopo il Black Friday. Ricordo che rimasi con 5mila dollari da parte. A piccoli passi però riuscì a ricostruire il mio bankroll, poi sono arrivate le prime vittorie importanti live. In tutto ciò ho iniziato a lavorare anche come commentatore per il WPT e con questi lavori decisi di risparmiare tutto quello che guadagnavo”.

Sono orgoglioso di quel periodo, perché sono riuscito a riprendermi sera fare pazzie. Oltre ad ottenere buoni risultati live, senza vendere troppe quote, inizia a comprare qualche crypto-moneta. Così è iniziato il mio percorso di risalita. Di questo ne vado molto fiero. Quando perdi tanti soldi sei tentato di andare subito in all-in per recuperare tutto in fretta e subito, o smettere per sempre. Io invece senza mai forzare sono riuscito a risalire e a tornare in pista”.

Un ottimo esempio per chi è alle prime armi, che magari ha vinto subito tanto, ma che ora si ritrova a perdere quasi tutto ed è tentato di buttare tutto al vento. Fermatevi a ragionare, perché un modo per risalire senza mandare tutto all-in c’è sempre. Anche se vi è rimasta una sola chip da giocare, trovate il modo di non metterla dentro alla prima occasione.