Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Uno dei pro tedeschi più vincenti di sempre di recente ha rilasciato un’intervista dove spiega i suoi motivi per cui giocatore e vincere un Main di un EPT è più profittevole rispetto a giocare e vincere un evento High Roller.


Vincitore in carriera di quasi 12 milioni di dollari, Dominik Nitsche è tra i giocatori in attività più vincite di sempre, quinto nell’All Time tedesca. Un bottino realizzato grazie anche ai numerosi eventi High Roller vinti in carriera, come il recente High Roller for One Drop delle WSOPE di Rozvadov che gli ha permesso di incassare poco più di 4 milioni di dollari.

Una cifra enorme e dunque ci fa strano sentire dire proprio a lui che è più profittevole giocare il Main di un EPT che un evento High Roller, eppure: “Considerando la vendita di quote, in un final table di un Main EPT troveremo molti più soldi in ballo rispetto al final table di un Super High Roller”, dichiara il pro tedesco.

Restando in argomento, ha toccato l’argomento soft play, che secondo alcuni sarebbe una pratica comune negli High Roller, specialmente tra i tedeschi. “Ho giocato talmente tanti eventi che posso dire che la competizione è sempre estremamente seria, anche fra chi si è scambiato quote. Non esiste il soft play e in caso contrario subito diventerebbe un caso. Nessun tedesco è stato infatti accusato di aver fatto collusione”, spiega Dominik Nitsche.

888poker, la room che sponsorizza Dominik Nitsche, ti regala 8 euro
888poker, la room che sponsorizza Dominik Nitsche, ti regala 8 euro

Per quanto riguarda invece la difficoltà nel vincenre un evento High Roller, il tedesco ha dichiarato: “Certamente è più difficile vincere un torneo con 400 iscritti rispetto ad un High Roller che non è altro che un sit & go. Certo sono difficili, ma anche giocatori meno forti possono vincere. Dunque non credo che i risultati negli High Roller abbiano valore, sono quasi tutta fortuna”.

Restando sull’argomento fortuna, Dominik Nitsche spiega che “a un certo punto capisci che i risultati sul breve periodo sono determinati quasi interamente dalla fortuna. Il compito di un poker pro è quello di giocare nel migliore dei modi, alla fine i risultati arriveranno”.