Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Fedor Holz fa sempre parlare di se, infatti, dopo i successi ottenni nei più importanti tornei di poker live, ora il tedesco vince anche al di fuori dei tavoli da gioco. Quando si dice essere un vincente in tutto quello che si fa. Insomma, tutto quello che tocca lo trasforma in oro.


Ormai è più di un semplice giocatore vincete, Fedor Holz è diventato un vincente a 360 gradi. Certo, voi penserete: facile diventarlo quando vinci più di 20 milioni di dollari in pochi anni giocando a poker. Ovvio, il denaro ti aiuta sempre, ma non tutti hanno la capacità di sfruttare i propri capitali per essere vincenti anche in altri settori.

Non è passato lemme non un anno da quanto Fedor Holz ha preso la decisione di investire in un app di mental coaching, chiama Primed Mind, che già può esultare per un primo trionfo. L’app di recente è stata infatti con il Gold Award della BMA per il miglior design.

E’ lo stesso Fedor Holz ad informare i suoi fan del recente riconoscimento: “Abbiamo vinto un premio per il design della nostra app, che di recente abbiamo aggiornato alla versione 2.0”. Primed Mind si è così aggiudicato il premio “Best mobile app design" per il mese di aprile 2018.

Ma cosa promette l’app Primed Mind ai suoi possessori? Semplice, di essere delle persone vincenti, proprio come il suo proprietario Fedor Holz. L’app promette di aiutarti a trovare le gite motivazioni per credere, perseguire e raggiungere i tuoi obiettivi, che si tratti di essere un giocatore di poker migliore o qualsiasi altra cosa.

Intanto i risultati ai tavoli da poker di Fedor Holz quest’anno tardano ad arrivare. I suoi tanti impegni, legati anche proprio al miglioramento continuo della sua app per mobile, non gli permettono di essere presente sempre a tutti i tornei di poker live, lui stesso tempo fa d’altronde aveva dichiarato che non avrebbe più giocato tanto come prima.

I suoi risultati live sono infatti fermi a dicembre del 2017, in questi primi quattro mesi si contano zero bandierine, e chissà se il suo primo acuto non arriverà proprio alle prossime WSOP, dove appena due anni fa trionfava per 4,981,775 dollari vincendo l’evento High Roller for One Drop, tutt’oggi il suo best score live in carriera.