Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Fedor Holz, assieme a Steffen Sontheimer e Stefan Schillhabel, vogliono provare a fondere il mondo del poker con quello degli eSport, e hanno dato così vita all’iniziativa No Limit Gaming. Un qualcosa già visto con la Global Poker League, esprimendo fallito.


I tre amici hanno lanciato No Limit Gaming, un’iniziativa che dovrebbe essere simile alla “deceduta” Global Poker League, ovvero fondere assieme poker ed eSport. Al momento però a parte questo non si sa nulla più, e anche provando ad andare sul sito le uniche informazioni che si possono avere sono le seguenti: “In questo viaggio, abbiamo imparato quello che serve per arrivare al top e a rimanere competitivi ad alti livelli. Con l’esperienza e la conoscenza acquisite nel tempo, formeremo e alleneremo i team nel mondo degli esport”.

Per il resto il sito è al momento in manutenzione, ma oltre ai sopra tre citati, del progetto fanno parte anche volti noti del panorama mondiale pokeristico come Rainer KempeThomas MuhlockerAna MarquezManig Loeser, Stefan HuberJessica TeuslChristopher Frank, Felix Bleiker e Josip Simunic.

Al momento il lancio è avvenuto tramite social network, dove si legge che lo scorso di No Limit Gaming sarà quello di conquistare il mondo del poker e degli eSport. Poco è niente, ci viene rivelato e possiamo solo farci un’idea. Probabili che Fedor Holz e si poi amici pokeristi abbiamo in mente di formare nuove leve da lanciare nel mondo del poker e degli eSport, allenandovi a diventare dei giocatori vincenti, in grado di ottenere risultati importanti nei tornei in giro per il mondo, il tutto dividendo i profitti o facendo pagare agli iscritti de No Limit Gaming una quota per imparare come diventare vincenti.

Una specie di sito coaching non solo per il poker, ma allargato anche agli eSport. Ovviamente è solo un’ipotesi, poi magari vedremo nascere un qualcosa simile alla Global Poker League, ma dubitiamo, essendo un progetto già fallito. Insomma, non possiamo fare altro che aspettare.

Feder Holz, che per poco non vincente il The Big One for One Drop, sconfitto da Justin Bonomo, in carriera, e in pochissimo tempo, ha vinto più di 26 milioni di dollari. Soldi vinti giocando i più importanti tornei di poker live. Una carriera straordinaria, e da uno come lui ci possiamo aspettare solo qualcosa di vincente, dunque attendiamo fiduciosi l’arrivo di No Limit Gaming.