Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

E’ raro, anzi rarissimo che un giocatori riveli i tuoi reali guadagni. Si tende sempre ad esaltare le proprie vittorie, senza mai però pubblicare raccontare di quanti buy-in sono andati in fumo. Il tedesco Steffen Sontheimer ha invece messo tutto nero su bianco.


Ormai è discussione vecchia, quella di saper il reale profitto di un giocatore di poker. Ci esaltiamo quando li vediamo vincere migliaia di dollari nei tornei più prestigiosi al mondo, ma di quanto abbiano speso rima di mettere a segno quell’unico colpo non è dato sapere.

Quasi tutti i pro mettono in piazza i proprio risultati vincenti, senza mai mostrare le spese, i buy-in pagati, così da avere un reale profitto alla fine della stagione. Steffen Sontheimer è andato infatti controcorrente pubblicando di recente la sua estate pokeristica, davvero disastrosa.

Il tedesco ha giocato venti tornei, tutti con un buy- minimo di 5mila euro. Ha preso parte ai maggiori eventi delle WSOP, dell’Aria, del Rio, spendendo in totale $2,196,300, la somma di 32 buy-in pagati. Alla fine però è andato a premi quattro volte, in un’occasione ha incassato anche 155mil dollari, un buon risultato, ma ala fine fine il totale incassato è stato di $237,878.

La sottrazione è dunque facile da fare: Steffen Sontheimer ha chiuso l’estate con un segno negativo per $1,958,422. E per uno che in carriera ha vinto live poco meno di 9 milioni di dollari, perdere due milioni in una sola estate è davvero tanto. Certo, è ovvio che avrà venduto molto quote, sopratutto al One Drop da 1 milioni di buy-in, dunque le perdite sono inferiori, ma non è ce poi cambi di molto la situazione. Resta sempre un’esatte davvero da dimenticare.