Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Con un pizzico di ritardo Phil Hellmuth ha annunciato al suo popolo di Twitter i suoi obiettivi per il 2019, che a leggerli ci sembrano davvero ambiziosi e alquanto difficile da realizzare, poiché si augura di vincere 5 titoli fra WSOP e WPT.


Il re delle bandierine WSOP non vuole smettere di arricchirei il suo braccio di ulteriori braccialetti. In carriera ne ha già vinti 15, nessuno mai come lui, ma vuole arrivare a 18. Ebbene sì, il suo primo obiettivo è vincere tre titoli WSOP quest’estate. Impresa fino ad ora che non è riuscita a nessuno, ad andarci vicino George Danzer che nel 2014 vinse due titoli delle WSOP e uno delle WSOP APAC.

Nel suo secondo punto degli obiettivi che ha scritto con pennarello su di uno specchio del Commerce Casino, dove sono in corso di svolgimento le LA Poker Classic di Los Angeles, troviamo sciatto “Vincere due titoli del WPT”. Questo forse ancora più difficile del primo, dato che fino ad oggi non ha mai vinto un World Poker Tour (17 ITM - 5 Final Table).

Tornei di poker a parte, The Poker Bart si augura poi che il suo libro Positivity, la sua autobiografia, possa raggiungere il milione di copie vendute, e qui, se bara e le compra lui tutte queste copie, forse potrà farcela, altrimenti potrebbe essere più facile vincere tre titoli delle WSOP e 2 WPT. In ogni caso, nella sua mente c’è già il pensiero di scrivere Positivity 2. C'è poi un altro punto dove parla di cuffie, app, pokerGo, ma non è leggibile e quindi poco chiaro, ma di poca importanza per il suo gioco al tavolo.

Concludiamo col fare un'ultima precisazione, dato che il punto due "Vincere due titoli WPT" non è poi così chiaro, in quanto non specifica se trattasi solo di Main Event, in caso contrario, un titolo è già stato portato a casa da Phil Hellmuth, che lo scorso gennaio ha vinto l’evento Heads-up del WPT Borgta Winter Poker Open.

Due le bandierine per lui raccolte quest’anno, per un totale di 340 in carriera, che gli hanno permesso di incassare premi per quasi 23 milioni di dollari, 17esimo al mondo nella All Time Money List, 14esimo nei soli Stati Uniti d’America.