Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Il segreto del successo nel poker? Perché alcuni giocatori riescono a sfondare nel mondo del poker mentre altri non riescono mai a fare qual salto in più di qualità? Questione solo di talento? Per Adrian Mateos è questione invece di Motivazione.


Il pro spagnolo, compagno di team del nostro Mustapha Kanit, nel suo ultimo blog su Winamax, ci parla di un fattore che per lui è determinante per essere un giocatore di poker vincente: “Voglio parlarvi di un fattore che considero molto importante per qualsiasi giocatore di poker, che riguarda sia i professionisti che giocano i più grandi tornei del circuito che i giocatori dilettanti che vogliono progredire. Questo fattore è la motivazione”.

La motivazione è un punto chiave per un giocatore di poker, Per quanto mi riguarda, ho sempre pensato e continuo a pensare che mi ha aiutato molto ad arrivare dove sono. Ad ogni modo, la prima cosa da considerare quando si parla di motivazione, dovrebbe essere la risposta a questa domanda: ‘Sono felice quando gioco a poker?’ Qui, non c'è dibattito possibile: deve essere sì. In caso contrario, il mio consiglio è semplice: smetti di giocare e prenditi un po' di tempo per pensare. Tutti abbiamo bisogno di prendere una piccola pausa ogni tanto”.

Kanit e Mateos compagni di Team
Kanit e Mateos compagni di Team

Ma come fare per mantenere intatte le proprie motivazioni? Ebbene, Per Adrian Mateos la soluzione è: “Confrontarmi con i più forti. Ovviamente un giocatore di NL10 non dovrebbe tentare di confrontarsi con quelli che giocano nelle parti più costose del pianeta e viceversa. Dobbiamo sempre guardare i giocatori che sono nel nostro ‘campionato’, per cercare di raggiungere il loro successo. Personalmente mi piace interessarmi ai giocatori del momento, analizzare il loro gioco e avere un vantaggio su di loro la prossima volta che ci troviamo allo stesso tavolo”.

A questo punto del blog - continua Adrian Mateos - potresti pensare che ti sto ingannando, che l'importanza della motivazione è sopravvalutata. Ma io ribadisco: è un fattore determinante, essenziale per qualsiasi giocatore che desideri progredire. La preparazione mentale è importante quanto avere una buona gestione del bankroll o lavorare sul tuo gioco, fa parte del set di abilità che un buon giocatore di poker deve avere”.

Il poker pro spagnolo conclude con le ultime raccomandazioni per i suoi lettori: “Raccomando pertanto di fissare obiettivi a breve termine, che possono essere raggiunti in tempi relativamente brevi. In questo modo, ogni nuovo passo che fai ti darà una spinta motivazionale. Per alcuni di voi, l'obiettivo sarà quello di mantenere un A-Game con un tavolo extra rispetto al solito. Per gli altri, ripetere in positivo diverse sessioni domenicali di seguito. Alcuni vorranno giocare il loro primo torneo dal vivo e raggiungere i premi. Da parte loro, i giocatori professionisti cercheranno di progredire per costruire un gioco sempre più completo. Ognuno deve trovare la ragione che li aiuta a mantenere il desiderio di vincere intatto. Da lì, non resta che perseguire questo obiettivo finché non diventa realtà. Non smettete mai di credere”.