Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

La fine di un era, Chris Moneymaker non farà più parte del team di PokerStars dal 2021, dopo 13 anni di onorata carriera di un signor nessuno che da un giorno all'altro diede vita alla più grande ondata mediatica che ha permesso al poker di emergere nei primi anni del 2000.

 

Chris Moneymaker non sarà il giocatore più forte al mondo nel poker, ma è certamente il singolo giocatore più importante nella crescita e affermazione del poker come fenomeno mondiale, quando nel 2003 da anonimo e da qualificato con un satellite online da $86 proprio su PokerStars si qualificò al Main Event che poi vinse con $2,5 milioni di premio dopo aver sconfitto 839 players e aver battuto il professionista di poker Sammy Farha in heads-up.

Da quel momento il poker non sarà più lo stesso grazie all'effetto moneymaker e anche gli iscritti alle WSOP decuplicarono anno dopo anno. Moneymaker fa parte del Team di PS da allora, quindi da 17 anni. "Posso solo dire grazie a Pokerstars. Per questi meravigliosi 17 anni passati assieme. Mi è stata concessa la possibilità di vivere un sogno e facendo quello che più amo. Adesso però, sento il bisogno di nuovi stimoli e di stare più vicino alla mia bellissima famiglia. Questo addio non è la fine della mia carriera nel mondo del poker, ma un nuovo punto di partenza" ha twittato Chris.

Il 45enne del Tennesse ha accumulato oltre 3,9 milioni di dollari di vincite nei tornei visto che ha fatto runner up al World Poker Tour 2004 Bay 101 Shooting Star e nel 2011 NBC National Heads-Up Championship.

PokerStars ha appena firmato un nuovo contratto con Neymar Jr, una scelta anche contestata da qualcuno (leggi qui le parole di Max Pescatori) ma che ha un suo senso. Ne potrebbe avere meno la scelta recente di uno Youtuber, True Geordie, nella scuderia, praticamente al posto di Moneymaker. Nel team tra gli sponsorizzati gli unici veri poker player rimangono André Akkari, Celina Lin, Ben Spragg e Lex Veldhius.