Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

Il Covid continua la stretta sugli Stati Uniti anche se nella zona di Las Vegas e nel Nevada si è registrato un calo del 30% dei casi e a metà gennaio il The Venetian è ancora il primo casinò a ripartire con il poker live.

 

Un calo dei casi di circa il 30% nelle contee dell’area di Las Vegas e nel Nevada porta alla riapertura dei casinò di Sin City pronti ad ospitare nuovamente il poker live e il The Venetian ancora una volta si presenta pronto all'appuntamento visto che è stata dichiarata la ripresa del poker live dal 18 gennaio, anche se con tornei shoutout a presenze limitate.

Il 18 gennaio, verrà organizzata una serie DeepStack Showdown con un garantito che addirittura supera il milione di dollari. Dal 29 gennaio al 1 febbraio ci sono i $500.000 garantiti del WPTDeepStacks da $1.600 di Buy-in del World Poker Tour che offrirà anche una tappa del suo Main Tour dal 5 al 9 marzo con un buy-in di $5.000 e $1,5 milioni garantiti.

Sarà in atto un rigoroso protocollo sanitario per consentire tutti i tornei. "Siamo felicissimi che il World Poker Tour stia tornando al Venetian", ha detto il poker manager del The Venetian Tommy LaRosa. Ci sforziamo di fornire ai nostri giocatori il maggior numero di tornei possibile e abbiamo lavorato durante lo scorso anno per fornire una grande esperienza di poker che i nostri giocatori si aspettano".