Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

Una notizia molto importante arriva da Twitter dove Rob Yong, proprietario del club di poker Dusk Till Dawn, lancia il primo sindacato del poker e riceve già i primi consensi importanti come Maria Ho e Phil Hellmuth.

 

E' in arrivo una nuova associazione di categoria per i giocatori di poker, un sindacato che sarà finanziato con 1.2 milioni di dollari da Rob Yong. Sarà un "sindacato" (tra tante virgolette) che difenderà i diritti non solo dei giocatori, ma anche degli operatori che ci lavorano intorno, tanto che l'associazione è stata battezzata col nome di "Global Poker Organization/Lobby". Si muoverà su vari aspetti e su questioni come la segregazione del mercato, il divieto di giocare in alcuni paesi e, ad esempio, la tassazione del poker in Germania.

L'idea è nata sempre online quando lo scorso fine settimana Yong ha lanciato un sondaggio sul suo account Twitter sulla possibile creazione di una sorta di sindacato / associazione per difendere il poker. Un sondaggio che ha ricevuto 2.381 voti e il 65% favorevoli. A dire il vero questa idea era già uscita periodicamente in passato ma non se né mai fatto niente, chissà se questa sarà la volta buona, anche per via dei tanti soldi che Yong metterà nel progetto. Secondo Yong, le spese mensili saranno di circa $20.000.

Queste le parole di Rob: "Grazie per il feedback. Questo è il mio impegno per il progetto, 5 anni di "qualcosa", $ 1,2 milioni per le spese quotidiane più il mio tempo, dando tempo per provare a fare qualcosa e trovare un modo per autofinanziarsi". Sono arrivati anche i primi consensi importanti da Maria Ho a Ryan LaPlante fino a Phil Hellmuth.