Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

Contra non è una variante di poker come in molti potrebbero pensare leggendo a fianco il nome di Shaun Deeb, uno dei giocatori più forti degli ultimi anni, ma è un videogioco retrò che Deeb ama come molti altri videogames fino a creare una collezione assieme all'amico Nelson Laffey che andrà in asta nei prossimi giorni, con anche pezzi pregiati come una copia in terza stampa di alta qualità di "The Legend of Zelda".

 

Shaun Deeb è uno dei giocatori di poker più noti e vincenti degli ultimi anni. Ha incassato milioni di dollari e vinto 4 braccialetti alle World Series, ognuna in una specialità differente, dal primo trionfo al Pot Limit Hold’em fino all'ultimo al No Limit Hold’em, passando per Seven Card Stud e PLO. Nel 2018 è stato nominato anche WSOP player of the year.

Deeb è un maestro anche di altre specialità come 5-Card Draw, Triple Stud, H.O.R.S.E e CONTRA. No, non si tratta di una variante di poker ma del popolare videogioco uscito sul finale degli anni 80 (nel 1988 per la precisione) su NES (Nintendo Entertainment Systems). Il gioco di guerra della Konami ha appassionato e appassiona tutt'ora milioni di videogiocatori, compreso Deeb che in passato era già noto per essere un giocatore di Fortnite in cui si trovava con un gruppo di altri 10-15 poker players.

Deeb è un amante anche dei giochi di carte collezionatili come Magic the Gathering e Pokémon e non solo di poker. L'incontro col collezionista ed esperto di cultura nerd, Nelson Laffey, ha aumentato l'amore di Deeb per i videogiochi retrò, e con Laffey hanno iniziato a ricercare e comprare pezzi da collezione ed edizioni speciali di videogiochi storici come "Final Fantasy”, “Double Dragon”, “Street Fighter II” ed ovviamente “Contra" ma anche un pezzo forte come una copia in terza stampa di alta qualità del classico Nintendo "The Legend of Zelda". Una copia in buone condizioni dello stesso gioco è stata battuta in asta poco fa per l'incredibile cifra di $411.278.

Il collezionismo dei videogiochi retrò è esploso negli ultimi 12 mesi. Una prima edizione, copia sigillata di fabbrica dell'originale "Super Mario Bros" per NES ha un'offerta di $400.000, mentre una copia quasi incontaminata di "Sonic the Hedgehog" è disponibile con un'offerta di $ 120.000.

Anche il lotto di Deeb e Laffey andrà all'asta nei prossimi giorni su Goldin Auctions, sito che si occupa di aste di videogiochi, carte collezionabili e in memorabilia nerd varia, creato dal grinder Ken Goldin. Queste le parole di Deeb: "Amo i giochi, fa schifo liberarsene, ma so che il mercato è molto caldo e quindi scaricheremo i nostri giochi e cercheremo di acquistarne altri. Stiamo cercando di realizzare un profitto, ma amiamo i giochi. Ricordo che da bambino giocavo a Contra e mia moglie giocava a Zelda, quindi è stato davvero bello averli nella nostra collezione. È un settore in forte espansione e con così tanta inflazione in corso, sono così felice di aver avuto parte del mio patrimonio netto legato a questi giochi. E, sai, se facciamo soldi è bello. Se perdiamo un po', niente di grave...Ma penso che faremo un sacco di soldi".